Differenze tra le versioni di "King Kong"

469 byte aggiunti ,  3 anni fa
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Probabilmente Kong, a differenza degli altri suoi simili, è l'esemplare perfetto della sua specie, il che spiegherebbe il perché sia stato l'unico Megaprimatus Kong abbastanza forte da poter riuscire ad adattarsi alle nuove condizioni del suo habitat e quindi a sopravvivere sull'[[Isola del Teschio]]; inoltre possiede una forza straordinaria, una caratteristica apparentemente non comune per gli altri Megaprimatus Kong, che lo rende in grado di sconfiggere facilmente gli altri predatori (nel film del [[2005]] uccise ben tre V-rex che sono i discendenti del T-rex e quindi molto più forti) e ciò lo rende uno degli animali terrestri più forti. Fin dalla scomparsa dei suoi simili, Kong ha vissuto una vita molto triste, solitaria e brutale, lottando ogni giorno per la sua sopravvivenza, ritrovandosi ora a dover contare solo su sé stesso. A causa della sua ferocia, dovuta alla scomparsa della sua razza, e della sua imponente potenza diventa in breve tempo l'essere più temuto dell'intera isola da molti dinosauri (tranne i V-rex) e specialmente dai nativi, i quali gli offrono periodicamente una donna in sacrificio per placarne la solitudine. In genere però le donne non sopravvivono a lungo perché oppongono troppa resistenza o forse il gorilla non le trova sufficienti a placare il suo dolore e finisce spesso per ucciderle; questo fino all'arrivo di [[Ann Darrow]] sull'isola.
 
=== ''RKO (1933'') ===
[[File:King Kong Fay Wray 1933.jpg|thumb|Foto promozionale per il primo film, con Kong e [[Fay Wray]] nei panni di ''[[Ann Darrow]]'']]
[[File:King Kong, 1933.jpeg|thumb|Kong nella celebre scena finale del film, scontrandosi con dei [[biplano|biplani]] in cima all'[[Empire State Building]]]]
Sicuramente Kong aveva già avuto una compagna della sua specie, in quanto possiede un figlio, Kiko, protagonista del film ''[[Il figlio di King Kong]]'' (in realtà nel film non è confermato ufficialmente se è suo figlio, ma è solo una supposizione dei protagonisti). È quasi identico al padre, se non per il colore bianco, probabilmente perché è [[Albinismo|albino]], e la giovane età. Salvato da Carl prima di affondare in alcune sabbie mobili, Kiko si mostrerà un gorilla molto affettuoso, ingenuo e curioso, difendendo il gruppo da un gigantesco [[orso]] delle caverne e un mostro simile ad un [[Protorosaurus speneri|Protorosaurus]]. L'isola viene però colpita da un tremendo nubifragio, causandone l'affondamento. Kiko rimane col piede incastrato in cima alla montagna del padre, e salverà Carl tenendolo in superficie, finché il gruppo non lo preleva con la barca di salvataggio, mentre l'isola e i suoi abitanti, Kiko compreso, scompare nell'oceano, causando l'estinzione completa della razza di Kong.
 
===''Paramount (1976 e 1986'')===
Nel [[King Kong (film 1976)|remake del 1976]], l'ambientazione cambia dagli anni trenta agli anni settanta. Carl Denham prende il nome di Fred Wilson ed è il capo di una compagnia petrolifera, intenta a trovare l'Isola del Teschio per prelevare i suoi presunti giacimenti di petrolio. Qui Jack è un archeologo imbarcatosi clandestinamente sulla sua nave, e Ann Darrow, chiamata in questa occasione Dwan, viene trovata come unica sopravvissuta di un naufragio. Tra Dwan e Jack nasce della tenera amicizia mentre la nave approda sull'isola. Essa è però abitata da indigeni ostili che necessitano di una donna per dei loro misteriosi riti così una notte rapiscono Dwan, e la offrono al loro dio, King Kong. Dwan è molto spaventata, ma una volta soli, il gorilla si mostra affettuoso e premuroso; Dwan comincerà a ricredersi sull'animale e ad accorgersi che lui vuole solo avere qualcuno accanto a lui per placare la sua solitudine, cominciando anche lei ad amare la creatura. Jack parte con altri marinai alla ricerca di Dwan, ma Kong, pur di difendere lei uccide parte della spedizione. Successivamente Kong affronta un enorme [[Gigantophis garstini]] che ha tentato di attaccare Dwan, e durante lo scontro arriva Jack che riesce a fuggire con la ragazza. Kong li insegue inferocito, ma Fred lo attira in una trappola per essere narcotizzato e trasportato negli Stati Uniti (vuole farne la [[mascotte]] della società dopo aver appreso dai petrografi che il petrolio sull'isola non è sfruttabile). Durante la prima newyorchese dello spettacolo farsesco, che lo dovrebbe vedere protagonista, Kong si libera dalla gabbia in cui è tenuto prigioniero causando caos e morte nella metropoli, uccidendo tra gli altri lo stesso Fred. Jack e Dwan fuggono in una New York militarizzata e deserta ma Kong riesce a trovare la ragazza recandola con sé sulla cima delle [[World Trade Center|Torri Gemelle]], in quanto gli ricordano l'aspetto allucinante del suo habitat naturale. Jack concorda con le autorità per la cattura dell'animale vivo con delle grosse reti ma queste optano per l'abbattimento con le mitragliatrici degli elicotteri [[Sikorsky S-61|SH3]]. Kong si difende arrecando perdite ma nonostante gli sforzi di Dwan per salvarlo, erigendosi a scudo umano, l'animale soccombe e precipita giù.
 
Nel film ''[[King Kong 2]]'', sequel del remake del 1976, dopo dieci anni da quando King Kong è stato abbattuto, si scopre che è ancora vivo, in coma in un ospedale della [[Georgia]]. L'esploratore Hank Mitchell, durante una sua caccia nel [[Borneo]], trova un esemplare femmina della stessa razza di Kong, denominata appunto Lady Kong, e questa viene portata in Georgia per fornire il sangue e utilizzarlo per l'operazione, che consiste nel trasferire a Kong un cuore di plastica. L'operazione ha buon termine, però la gorilla viene imprigionata, e Kong, ormai innamorato, la libera e i due scappano sui monti. L'esercito però gli sta alle calcagna, e Kong farà di tutto per proteggere la "sposa" e dopo essersela veduta più volte coi militari intenti a farlo fuori, tenterà nuovamente di proteggere Lady Kong. Ormai ad uno stato agonizzante, Kong viene abbattuto e cade su una stalla, non prima di riuscire a mantenersi in vita, e con tutta la sua forza, uccide il capo dell'operazione schiacciandolo con un pugno. Kong muore, ma felice, in quanto il frutto dell'amore tra lui e Lady Kong gli ha fatto avere un figlio, riportato in Borneo con la madre.
 
===''Universal (2005'')===
La [[King Kong (film 2005)|versione del 2005]] di [[Peter Jackson]] è più fedele alla versione del 1933, ma in essa è ridotta l'aria un po' horror data da Kong presente nel primo film, rendendolo per l'amore di Ann una creatura affettuosa e premurosa. Del resto anche Ann, a differenza del film del 1933, solo all'inizio ha paura di Kong, ma in seguito si affezionerà a lui. Kong è così determinato a proteggere Ann che in questo film sconfigge ben tre Vastatosaurus rex (i discendenti del Tyrannosaurus rex nonché i più forti predatori dell'isola) che la volevano divorare, rischiando più volte di essere ucciso dai mostri. La sera Jack raggiunge la tana del gorilla e ritrova Ann, che viene liberata mentre Kong combatte contro un branco di [[Terapusmordax]], dei [[pipistrelli]] giganti. Afferrando una delle bestie alate, Jack e Ann fuggono dalla tana di Kong e si tuffano in un fiume, raggiungendo la muraglia gigante. Un furibondo Kong riesce a penetrare il muro, ma Carl ha fatto posizionare uno stratagemma, cosicché anche Kong viene legato a terra, ma vedendo Ann trascinata via da Jack, si libera e inizia a inseguirli uccidendo dei marinai, ma Carl gli tende un tranello e gli scaraventa in faccia una bottiglia di [[cloroformio]], addormentandolo.
 
Tornati a New York, con dura opposizione di Ann (la quale non tollera che a Kong venga fatto del male), Carl presenta il gigantesco gorilla a [[Broadway]] durante il periodo [[Natale|natalizio]] denominandolo "l'ottava meraviglia del mondo". Infuriato dai flash delle [[macchine fotografiche]], Kong si libera dalle sue catene e inizia a sgominare ogni cosa che incontra nel suo cammino. Il gigantesco gorilla focalizza Jack (in quanto ha capito che lui è il suo rivale per Ann), che viene inseguito per le strade della metropoli, seminando panico e distruzione. Si ferma quando Ann lo raggiunge e si lascia portare con lui. Quando vengono improvvisamente interrotti dal fuoco dell'esercito americano, Kong si arrampica sull'Empire State Building, che gli ricorda la montagna su cui lui abitava sull'isola, dove si scontra con i [[Biplano|biplani]] dell'esercito. Nonostante riesca ad abbatterne alcuni, salvando anche Ann che stava per cadere nel vuoto, Kong alla fine deve soccombere e dopo aver guardato per l'ultima volta la sua Ann, si lascia cadere nel vuoto, sotto lo sguardo addolorato della ragazza.
 
=== Legendary Pictures: il ''[[MonsterVerse]]'' (2017)===
=== 2017 ===
La versione del 2017, ''[[Kong: Skull Island|versione del 2017]]'', presenta il più grande Kong della serie cinematografica: non è più un semplice [[gorilla]] ma più un primate generico con la capacità di camminare bipede. Al pari della versione giapponese, questo King Kong è più grande del solito (quasi 31 metri di altezza). Nel film, viene detto che la razza di Kong è nativa dell'[[Isola del Teschio#L'isola del Teschio in Kong: Skull Island (2017)|Isola dei Teschi]] ed è la razza dominante di quel luogo. Adorati come dei dagli indigeni locali, la razza di Kong era l'unica in grado di competere con i [[Superpredatore|superpredatori]] dell'isola, gli ''Strisciateschi'', enormi creature rettiloidi a due zampe striscianti scavatrici, che senza di loro avrebbero proliferato senza controllo. Tuttavia alla fine la razza di Kong venne sterminata dagli ''Strisciateschi'', e gli stessi genitori di Kong vennero uccisi da uno ''Strisciateschi Alpha'' (un'esemplare più grande degli altri). Nella timeline del film, viene detto che Kong è l'ultimo sopravvissuto della sua razza e che nonostante la sua mole sta ancora crescendo. Quando la spedizione della Monarch, arriva sull'isola sganciando delle bombe per tracciare una mappa dell'isola, Kong li attacca distruggendo tutti gli aerei e uccidendo molti uomini. Tuttavia viene spiegato che Kong ha attaccato gli elicotteri solo per difendere il territorio ed evitare che le bombe risvegliassero lo ''Strisciateschi Alpha''.
 
Durante il film, il tenente colonnello Preston Packar, volendo vendicare la morte dei suoi uomini decide di uccidere Kong, pur sapendo della sua importanza sull'isola. Così lo attira in una trappola e tramite un'incendio riesce a tramortirlo. Mentre Kong è incosciente, il colonnello fa piazzare delle cariche esplosive per finire l'animale, ma il gruppo di superstiti guidati da Conrad ferma Packard prima che uccida Kong. Tuttavia, durante la situazione di stallo il gruppo è improvvisamente colto di sorpresa dal risveglio dello ''Strisciateschi alpha'', soprannominato "Ramarak". Packard rimane indietro mentre gli altri fuggono, e tenta di uccidere Kong ma quest'ultimo lo schiaccia prima che possa innescare le cariche. Kong ferito è sopraffatto dallo ''Strisciateschi Apha'' che insegue i sopravvissuti nella loro corsa verso la riva. Ripresosi Kong torna a salvarli ingaggiando un terribile scontro contro lo ''Strisciateschi Apha'' che tuttavia sembra avere la meglio. Il gruppo di superstiti cerca di distrarre il mostro per aiutare Kong, che nel frattempo riesce a rialzarsi e dopo aver immobilizzato la bestia la uccide strappandogli direttamente le viscere dalla bocca. Durante la battaglia, la giornalista Weaver è violentemente gettata in un fiume nel corso della battaglia, ma viene salvata da Kong. Finita la battaglia, gli uomini sopravvissuti lasciano finalmente l'isola vedendo gli elicotteri da soccorso da lontano, mentre Kong li osserva da lontano.
 
Gli eventi del film proseguiranno con ''Godzilla vs. Kong'' (2020) film che prevede un nuovo scontro tra Kong e [[Godzilla]] (già avvenuto nel 1962 in ''[[Il trionfo di King Kong]]'').<ref>{{cita web|url=http://www.badtaste.it/2014/09/19/max-borenstain-scrivera-sequel-godzilla/96475/|titolo=Max Borenstain scriverà il sequel di Godzilla|editore=badtaste.it|data=|accesso=19 settembre 2014}}</ref>
 
== Versione giapponese ==
855

contributi