Apri il menu principale

Modifiche

== Contesto storico ==
{{vedi anche|Conquista della Gallia}}
La [[Britannia]] era conosciuta da molto prima dell'arrivo di Cesare, perché produttrice di [[Stagno (elemento)|stagno]] ed era stata esplorata nel [[IV secolo a.C.]] dal [[geografia|geografo]] [[Antica Grecia|greco]] [[Pitea]] di [[Marsiglia]] e forse dall'esploratore [[cartagine]]se [[Imilcone il Navigatore|Imilcone]] nel [[V secolo a.C.]] Ma la sua posizione ai margini del [[mondo]] conosciuto, nell'[[Oceano]], la rese una [[terra]] di grande mistero. Alcuni autori antichi sostenevano che non esistesse,<ref>[[Plutarco]], [http://penelope.uchicago.edu/Thayer/E/Roman/Texts/Plutarch/Lives/Caesar*.html#23.2 Vita di Cesare 23.2]</ref> e il viaggio di Pitea era considerato da alcuni un falso.<ref>e.g. [[Strabone]], ''Geografia'' [http://penelope.uchicago.edu/Thayer/E/Roman/Texts/Strabo/2D*.html 2.4.1]; [[Polibio]], ''Storie'', Libro 34 - [[Barry Cunliffe]], ''The Extraordinary Voyage of Pytheas the Greek''</ref>
 
Nel corso della sua [[conquista della Gallia]], Cesare aveva appreso molte cose sulle [[isole britanniche]] e i suoi abitanti: