Apri il menu principale

Modifiche

m
- Dmoz
 
Lo snowboard è divenuto [[Discipline olimpiche invernali|disciplina olimpica]] nel [[1998]].
Ai [[XX Olimpiade invernale|Giochi olimpici invernali del 2006]] si sono disputate anche le gare di ''snowboardcross'', sia maschile che femminile.
 
== Storia ==
Il primo snowboard moderno è considerato lo [[snurfer]] (nome che fonde ''snow'' e ''[[surf]]er''), costruito dall'ingegnere Sherman Poppen per far divertire i figli. L'intento iniziale dell'ingegnere era di produrre una versione casalinga del [[monosci]], ma i figli lo "cavalcavano" trasversalmente dando così l'idea di surfisti sulla neve e così l'inventore pensò di adattare un vero surf da onda aggiungendo dei bordi metallici e di brevettare l'attrezzo col nome, appunto, di snurfer.
 
Nel [[1979]] si tenne al Pando Ski Lodge, nel [[Michigan]], il primo ''World Snurfing Championship'' (Campionato mondiale di snurfing) a cui partecipò anche [[Jake Burton Carpenter]] con una tavola di sua costruzione. Tuttavia ci furono molte proteste per la sua partecipazione alla gara con una tavola diversa dallo snurfer, venne perciò istituita una sezione a parte, che fu ovviamente vinta da Carpenter, in quanto unico partecipante.
Durante gli [[anni 1970|anni settanta]] e [[anni 1980|ottanta]] diversi progettisti rimaneggiarono lo snurfer creando vari modelli con nomi diversi.
Alcune migliorie resero gli snurfer più manovrabili, come cinghie per i piedi e ''flex'' migliorati, ma fu solo dopo anni di ricerche che il giocattolo diventò un attrezzo sportivo. Fu una visita di Burton in [[Austria]] ad alcune aziende sci che accese l'intuizione: la tavola doveva necessariamente prendere spunto da questa tecnologia per fare il passo decisivo. Soletta in [[P-Tex]] prima, costruzione [[Sandwich (tecnologia)|sandwich]] e lamine poi, portarono lo snowboard verso l'età adulta e lo proiettarono al di fuori dei campi innevati e verso le stazioni sciistiche.
Fondamentale fu l'invenzione di [[Jeff Grell]], all'inizio [[anni 1980|anni ottanta]], di uno [[Spoiler (aerodinamica)|spoiler]] posteriore per l'attacco, che permetteva la conduzione della tavola sulla neve ghiacciata, grazie ad un feeling e ad una risposta decisamente migliori.
 
I primi marchi produttori di snowboards vennero fondati in [[America]] da personaggi come [[Dimitrije Milovich]] con [[Winterstick]], [[Jake Burton Carpenter]] con [[Burton Snowboards|Burton]], [[Bob Webber]] e [[Chuck Barfoot]] con [[Barfoot]], fra i primi in Europa ci fu [[Lucio Longoni]] con [[Funky snowboards|Funky]].
 
== Stili ==
Esistono due fondamentali distinzioni che nascono dalla tipologia di attrezzatura utilizzata: il soft e l'hard.
 
'''Soft''' significa uso di attrezzatura morbida, ovvero scarponi cedevoli e deformabili, tavole flessibili e bidirezionali, attacchi permissivi e tendenzialmente elastici. All'interno di questa categoria possiamo distinguere due principali specialità: il freestyle e il freeride.
 
''Freestyle'' è la disciplina più spettacolare dello snowboarding e per molti anche la più divertente. L'obiettivo di questo stile è di eseguire manovre (trick) ed evoluzioni sfruttando la conformazione del terreno o le strutture artificiali (salti, ringhiere, piattaforme ecc.). Per la messa in pratica molte stazioni sciistiche mettono a disposizione zone appositamente progettate dette [[snowpark]]. Ha molto in comune con lo [[skateboard]] (disciplina dalla quale eredita strutture come l'[[half-pipe]] o i rails) e la maggior parte delle competizioni è dedicata a questo stile.
== Collegamenti esterni ==
* {{Thesaurus BNCF}}
* {{dmoz|World/Italiano/Sport/Neve/Snowboard/}}
* [http://www.fisi.org/news/Snowboard%20e%20freestyle Notizie su snowboard e freestyle] sul sito della [[Federazione Italiana Sport Invernali|FISI]]
 
150 360

contributi