Differenze tra le versioni di "Dichiarazione di Laeken"

nessun oggetto della modifica
ALa '''Dichiarazione di [[Laeken]]''' è stata sottoscritta il 15 dicembre [[2001]], dai 15 stati allora appartenenti all'[[Unione europea]] (prima dell'[[allargamento dell'Unione europea|allargamento a 25]]) una dichiarazione che ha avuto importanti conseguenze per l'UE, in quanto prevedeva che fossero realizzate riforme atte al perseguimento di vari obiettivi, tra i quali:
*l'allargamento dell'Unione a nuovi stati;
*l'avvicinamento dell'Unione europea ai cittadini, tramite notevoli modifiche istituzionali;
*la creazione di una convenzione per le riforme, presieduta da [[Valéry Giscard d'Estaing]] (affiancato da due vicepresidenti, uno dei quali [[Giuliano Amato]]) che si è poi insediata il 15 marzo [[2002]].
 
La decisione più significativa presa a [[Laeken]] è stata la creazione della [[Convenzione europea]] che ha avviato il processo di riforma delle istituzioni dell'Unione: quest'ultima, partita da 6 paesi fondatori, dopo progressive nuove adesioni avvenute nell'arco di 50 anni, si avviava a compiere un ben più grande allargamento che avrebbe potuto rendere inefficienti [[Unione europea#Istituzioni|istituzioni]] pensate per una comunità con un numero minore di stati membri (con 25 paesi membri era, ad esempio, impensabile mantenere la composizione della [[Commissione europea]] con due commissari per ciascuno stato membro come avvenuto in precedenza).
 
==Voci correlate==
64 210

contributi