Integrated Services Digital Network: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
(Collegamento morto)
Nessun oggetto della modifica
=== Servizi ===
I servizi supportati dall'ISDN sono classificati in:
* ''servizi portanti'' (es. voice o banda 3.1 kHz, - utilizzati per la normale fonia e il fax gruppo 3 -, multipli di 64kbs - utilizzati da modem ISDN o per [[videoconferenza]]),
* ''[[teleservizio|teleservizi]]'' (es. [[fax]] gruppo 4),
* ''servizi supplementari'' (es. identità del chiamante, [[trasferimento di chiamata]], multinumero).
Servizi portanti, teleservizi, servizi supplementari, possono essere forniti in diverse combinazioni anche in dipendenza del tipo di accesso BRI o PRI, combinazioni descritte nelle Racc. ITU-T I.230-I.259 e dalle corrispondenti raccomandazioni ITU-T della serie Q. Ai servizi supplementari iniziali si sono poi aggiunti nuovi servizi come ad esempio la richiamata su occupato (CCBS - Call Completion on Busy Subscriber<ref>ETSI EN 300 356-18 V4.1.2 (2001-07).</ref>).
Ai servizi supplementari iniziali si sono poi aggiunti nuovi servizi come ad esempio la richiamata su occupato (CCBS - Call Completion on Busy Subscriber<ref>ETSI EN 300 356-18 V4.1.2 (2001-07).</ref>).
 
L'ISDN, sviluppato in un'epoca precedente alla tecnologia [[xDSL]] e analogamente a questa, migliora lo sfruttamento dei cavi in rame esistenti, permettendo ad esempio di fornire 2 canali bidirezionali a 64kbit\s ed un canale dati a bassa velocità 16kbit\s su unico [[doppino]] in rame, dove nel tradizionale accesso telefonico viene normalmente fornito un unico canale di fonia. Quest'ultima configurazione, realizzata su un'unica coppia di fili in rame, viene chiamata "accesso base".
Tutti i canali a 64&nbsp;kbit/s offerti possono essere utilizzati contemporaneamente per effettuare e/o ricevere più chiamate telefoniche.
 
Le segnalazioni di chiamata sono effettuate tramite il canale D e i canali B trasportano i dati quando le due utenze sono connesse. Quando una chiamata viene stabilita si instaura un flusso di dati sincrono e bidirezionale di 64&nbsp;kbit/s che viene mantenuto fino al termine della chiamata. Possono svolgersi chiamate fino alla disponibilità di altri canali dati liberi, sempre verso uno stesso punto o verso altre utenze. I canali ''B'' possono essere utilizzati in multiplex in modo da ottenere sostanzialmente una connessione con velocità pari a quella iniziale moltiplicata per il numero di canali disponibili - fino a due nel caso di un accesso BRI o fino a 30 con l'accesso PRI.
Le segnalazioni di chiamata sono effettuate tramite il canale D e i canali B trasportano i dati quando le due utenze sono connesse.
Quando una chiamata viene stabilita si instaura un flusso di dati sincrono e bidirezionale di 64&nbsp;kbit/s che viene mantenuto fino al termine della chiamata. Possono svolgersi chiamate fino alla disponibilità di altri canali dati liberi, sempre verso uno stesso punto o verso altre utenze. I canali ''B'' possono essere utilizzati in multiplex in modo da ottenere sostanzialmente una connessione con velocità pari a quella iniziale moltiplicata per il numero di canali disponibili - fino a due nel caso di un accesso BRI o fino a 30 con l'accesso PRI.
 
=== Apparecchio di rete ===
 
== ISDN in Italia ==
Sull'accesso BRI ISDN sono disponibili una serie di servizi come la segnalazione del numero telefonico di chi chiama ([[Caller ID]]) e il ''multinumero'', cioè la possibilità di avere fino ad otto numeri telefonici sullo stesso accesso base, ciascuno assegnato ad un apparecchio diverso (es. uno per il telefono, uno per il fax, uno per il modem in ingresso...). La tecnologia digitale utilizzata da ISDN garantisce una qualità audio molto elevata, eliminando completamente la [[diafonia]] e buona parte dei disturbi presenti nella tradizionale [[telefonia]]. Sempre sull'accesso base (BRI), che comprende 2 canali B a 64&nbsp;kbit/s, è possibile collegarsi ad [[Internet]] sia ad una velocità di 64&nbsp;kbit/s, pagando una semplice telefonata, sia, se il [[Internet Service Provider|Provider]] utilizzato lo permette, ad una velocità di 128&nbsp;kbit/s, sostenendo però il costo di due chiamate contemporanee.
Sempre sull'accesso base (BRI), che comprende 2 canali B a 64&nbsp;kbit/s, è possibile collegarsi ad [[Internet]] sia ad una velocità di 64&nbsp;kbit/s, pagando una semplice telefonata, sia, se il [[Internet Service Provider|Provider]] utilizzato lo permette, ad una velocità di 128&nbsp;kbit/s, sostenendo però il costo di due chiamate contemporanee.
Inoltre sono disponibili i servizi di [[avviso di chiamata]], conferenza a tre, presentazione dell'identità del chiamante ([[Caller ID]]), trasferimento di chiamata e per alcuni Operatori anche il servizio di richiamata su occupato.
 
 
Una ulteriore configurazione degli accessi è il "punto-punto" e "punto-multipunto" che in buona sostanza esprime il modo di dialogare della rete con uno o più terminali lato utente.
La configurazione "punto-punto" è adottata in presenza, lato utente, di centralini [[PABX]] collegati sia su accesso primario che in pool di accessi base. La configurazione punto-multipunto è adottata ad esempio negli accessi base in cui sul bus ISDN sono collegati dispositivi con numeri diversi (MSN) quali telefoni isdn, modem isdn, [[fax G4]]. La differenza tecnica che contraddistingue anche le due tipologie è il cosiddetto TEI, che viene utilizzato nel protocollo ISDN, per il quale una punto-punto è fisso a zero, mentre sulla punto-multipunto è variabile e deciso dalla centrale pubblica.
La configurazione punto-multipunto è adottata ad esempio negli accessi base in cui sul bus ISDN sono collegati dispositivi con numeri diversi (MSN) quali telefoni isdn, modem isdn, [[fax G4]].
La differenza tecnica che contraddistingue anche le due tipologie è il cosiddetto TEI, che viene utilizzato nel protocollo ISDN, per il quale una punto-punto è fisso a zero, mentre sulla punto-multipunto è variabile e deciso dalla centrale pubblica.
Un accesso base mononumero può essere configurato sia punto-punto o punto-multipunto.
 
Utente anonimo