Apri il menu principale

Modifiche

5 262 byte rimossi, 2 anni fa
daniela
{{nota disambigua|lo stemma araldico utilizzato dalla Chiesa Cattolica|Basilica (araldica)}}
{{NN|architettura|arg2=storia|agosto 2013}}
[[File:Saint Peter's Basilica 2014.jpg|thumb|upright=1.2|[[Basilica di San Pietro in Vaticano]]]]
Il termine '''basilica''' assume al giorno d'oggi tre significati:
Il significato della parola si è esteso, fin dal [[IV secolo]], ai luoghi di culto [[Cristianesimo|cristiano]], divenendo un particolare e definito tipo architettonico, costituito da uno spazio suddiviso in tre o cinque [[navate]], generalmente con un'[[abside]] finale.<ref name=treccani/>
 
Infine, tale prestigio religioso sì è evoluto in un vero e proprio titolo [[Diritto canonico|canonico]], che dà particolari privilegi alle chiese che lo ottengono, consacrato in riti cerimoniali officiati direttamente dal [[Papa]].<ref name=treccani/>.
 
== La basilica romana ==
{{Vedi anche|Basilica civile}}
[[File:Rome, Forum Romanum, Basilica of Maxentius.jpg|thumb|[[Basilica di Massenzio]]]]
La basilicabasilia nasce nel [[Mediterraneo orientale]] durante il periodo [[ellenismo|ellenistico]], come suggerisce anche l'etimologia del termine: ''aulè basilikè'' (in [[Lingua greca|greco]] αυλή βασιλική, letteralmente "corte reale") era una zona dei palazzi reali di [[Efeso]] o di [[Alessandria d'Egitto]], dove il significato letterario era ''sala o reggia'' (il ''basileus'', βασιλεύς, è ancora il nome tradizionale degli [[imperatori bizantini]] e vuol dire "re" in greco).
 
La forma della basilica ellenistica, con colonnati e un'aula centrale, venne importata a [[Roma]], dove dall'età repubblicana vennero costruite molte [[basiliche civili antiche di Roma|basiliche civili]], come la [[Basilica Giulia]] e la [[Basilica Emilia]] nel [[Foro romano]].
 
=== Le basiliche dell'età paleocristiana ===
{{vedi anche|Architettura paleocristiana}}Nel [[313]] con l'[[Editto di Milano]], l'Imperatore [[Costantino I|Costantino]] concesse la [[libertà di culto|libertà al culto]] [[cristianesimo|cristiano]]. Per impulso dello stesso imperatore e della sua famiglia (in particolare [[Sant'Elena Imperatrice|Sant'Elena]]) prese avvio a Roma - e presto si svilupperà altrove nel vasto territorio imperiale - un grandioso programma di costruzione di imponenti edifici basilicali da adibire a luoghi di culto e in memoria dei martiri cristiani. La costruzione di queste grandi [[chiesa (architettura)|chiese]] porta alla luce la nuova fede e la esalta e induce la progressiva, rapida, scomparsa dei ''Tituli'' o ''[[domus ecclesiae]]'', i precedenti, modesti, luoghi di culto, per lo più ricavati all'interno di abitazioni private di [[Patrizio (storia romana)|patrizi]] convertiti al nuovo [[culto]] o riutilizzando [[Mitreo|mitrei]], sovente sotterranei. In altri casi templi dedicati al vasto Pantheon delle divinità greco-romane vengono riadattati alla funzione di chiesa, o demoliti e sostituiti da un nuovo edificio di culto. Per motivi liturgici non era possibile, né desiderabile, adottare il modello templare romano, dove all'interno del tempio si custodiva solo la statua di culto del dio e la maggior parte dei riti avveniva in prossimità dell'altare esterno. Solo in alcuni interventi più tardi (IX-X secolo) vennero riutilizzati templi greco-romani murando gli intercolunni e aprendo le pareti della cella (come il [[Duomo di Siracusa]], trasformato in epoca bizantina).
{{vedi anche|Architettura paleocristiana}}
[[File:Dehio 17 Santa Maria Maggiore.jpg|left|thumb|Planimetria della basilica di Santa Maria Maggiore in Roma]]
 
[[File:Basilicasanpedro.png|thumb|Planimetria della basilica Costantiniana di San Pietro in Vaticano]]
 
Nel [[313]] con l'[[Editto di Milano]], l'Imperatore [[Costantino I|Costantino]] concesse la [[libertà di culto|libertà al culto]] [[cristianesimo|cristiano]]. Per impulso dello stesso imperatore e della sua famiglia (in particolare [[Sant'Elena Imperatrice|Sant'Elena]]) prese avvio a Roma - e presto si svilupperà altrove nel vasto territorio imperiale - un grandioso programma di costruzione di imponenti edifici basilicali da adibire a luoghi di culto e in memoria dei martiri cristiani. La costruzione di queste grandi [[chiesa (architettura)|chiese]] porta alla luce la nuova fede e la esalta e induce la progressiva, rapida, scomparsa dei ''Tituli'' o ''[[domus ecclesiae]]'', i precedenti, modesti, luoghi di culto, per lo più ricavati all'interno di abitazioni private di [[Patrizio (storia romana)|patrizi]] convertiti al nuovo [[culto]] o riutilizzando [[Mitreo|mitrei]], sovente sotterranei. In altri casi templi dedicati al vasto Pantheon delle divinità greco-romane vengono riadattati alla funzione di chiesa, o demoliti e sostituiti da un nuovo edificio di culto. Per motivi liturgici non era possibile, né desiderabile, adottare il modello templare romano, dove all'interno del tempio si custodiva solo la statua di culto del dio e la maggior parte dei riti avveniva in prossimità dell'altare esterno. Solo in alcuni interventi più tardi (IX-X secolo) vennero riutilizzati templi greco-romani murando gli intercolunni e aprendo le pareti della cella (come il [[Duomo di Siracusa]], trasformato in epoca bizantina).
 
Le primissime basiliche, promosse dall'imperatore, sono edificate a [[Roma]], e sono in grado di raccogliere migliaia di fedeli. Vengono costruite prevalentemente fuori le [[mura aureliane]], sui luoghi di sepoltura - già da tempo oggetto di venerazione e caratterizzati da edicolette votive - dei principali [[apostoli]] e [[martiri]] cristiani (''[[Martyria]]''). La primissima basilica cristiana è probabilmente [[San Giovanni in Laterano]], costruita su un terreno donato da [[Costantino I]] intorno all'[[editto di Milano]] del [[313]]. Furono costruite poi [[Antica Basilica di San Pietro in Vaticano|San Pietro in Vaticano]], [[Santa Maria Maggiore (Roma)|Santa Maria Maggiore]] e [[San Paolo fuori le Mura]]. Le ultime due in particolare vennero commissionate nel corso del IV secolo dal [[vescovo di Roma]] invece che dall'Imperatore, segno della crescente importanza del [[papato]] nella ''vecchia'' capitale.
Esternamente, la [[facciata]] presenta un disegno detto ''a capanna'' con tetto a [[falda (tetto)|falde]] inclinate a coprire la navata centrale, ai lati della quale troviamo [[spiovente|spioventi]] semplici che coprono le navate laterali. Di fronte alle basiliche maggiori si trova talvolta un [[quadriportico]], un cortile colonnato quadrangolare, riservato ai [[catecumeno|catecumeni]].
 
[[File:Anastasia Rotonda 4th century floor plan 2.png|thumb|La Basilica del Santo sepolcro nel IV secolo]]
Di pochi anni successive alle basiliche romane e tradizionalmente dovute al viaggio di [[Sant'Elena Imperatrice|Sant'Elena]], sono le tre basiliche della [[Terra santa]]:
# [[Basilica della Natività]] a [[Betlemme]];
 
=== Le basiliche di età romanica e gotica ===
{{vedi anche| Architettura romanica}}
Per tutto l'[[alto medioevo]] si costruirono chiese sul tipo della basilica ambrosiana, generalmente senza [[cupola]] e con soffitti a [[capriata|capriate]] di legno.
 
 
La ''basilica romanica'' si distingue dalle precedenti perché ha i soffitti a volta ed il primo tipo di cupola, non romana, di forma [[ottagono|ottagonale]]. Essa fu realizzata attorno all'[[anno Mille]], con l'avvento dell'[[architettura romanica]], quando i [[Magistri cumacini]] (superstiti discendenti di architetti romani), peregrinarono chiamati dalle famiglie nobili per costruire i loro palazzi, e con ciò insegnarono ovunque le tecniche di costruzione delle volte e delle cupole.
<gallery mode="packed">
Olbia_San_Simplicio.jpg|[[Basilica di San Simplicio|San Simplicio]] ad [[Olbia]]
Pisa.Duomo01.jpg|[[Duomo di Pisa]]
Dehio Pisa Kathedrale 90°.png|[[Pisa]]
Nau_central_de_la_catedral_de_Lucca.JPG|[[Duomo di Lucca|Duomo di …]]
MZK_05_-_1860_Reisenotizen_Italien_Fig_057_Lucca_Dom_-_San_Martino_Grundriss.jpg|[[Duomo di Lucca|… Lucca]]
Catedral de Palermo - Zoom 1 (2786776020).jpg|[[Cattedrale di Palermo]]
Duomo In S11.jpg|[[Duomo di Milano|Duomo di …]]
Fotothek_df_tg_0000071_Architektur_^_Geometrie_^_Grundriss_^_Mailänder_Dom.jpg|[[Duomo di Milano|… Milano]]
Notre-Dame_tsj.JPG|[[Cattedrale di Notre-Dame (Parigi)|Notre-Dame]] a [[Parigi]]
Plan.cathedrale.Paris.png|[[Cattedrale di Notre-Dame (Parigi)|Notre-Dame]] a [[Parigi]]
Mainz Luftbild - Dom & Leichhof 2008.jpg|[[Duomo di Magonza]]
Marienkirchen v Petri.jpg|[[Chiesa di Santa Maria (Lubecca)|Santa Maria]] a [[Lubecca]]
Catedral de Salisbury, Salisbury, Inglaterra, 2014-08-12, DD 03.JPG|[[Cattedrale di Salisbury]]
</gallery>
 
=== Le basiliche del Rinascimento ===
{{vedi anche|Architettura rinascimentale}}
[[Andrea Palladio]] dopo aver studiato le rovine delle basiliche romane, nel 1500 progettò e portò a termine a [[Vicenza]] la costruzione di una basilica laica: la [[Basilica Palladiana]], destinata ad essere la prestigiosa nuova sede delle attività del comune.
 
== Il titolo di Basilica della Chiesa Cattolica ==
{{vedi anche|Basilica minore|Basilica maggiore|Basiliche papali}}
L'appellativo di basilica spetta a quelle chiese che sono state insignite di questo titolo conferito dalla Santa Sede o che lo hanno avuto per consuetudine immemorabile. Possono essere "[[Basiliche papali|papali]]" (già "patriarcali") o "[[Basiliche pontificie|pontificie]]", "[[Basilica maggiore|maggiori]]" (''basilicae maiores''; caratterizzate dalla presenza del trono e dell'altare papali) o "[[Basilica minore|minori]]" (''basilicae minores'').<ref name="cortina">{{cita pubblicazione|url=https://books.google.it/books?id=FK17F_66tOYC&pg=PA56&lpg=PA56&dq=titolo+di+basilica&source=bl&ots=lLP2uzWZJI&sig=gAt9nFDr7XjQMoPbIrmWn7oQhOQ&hl=it&sa=X&ei=PsHXVJOVCePXyQPI4ILIDQ&ved=0CEwQ6AEwBg#v=onepage&q=titolo%20di%20basilica&f=false|titolo=Edifici di culto nella legislazione canonica: studio sulle chiese edifici|data= |autore=Malecha Pawel|numero= 52|pubblicazione=}}</ref>
 
La Chiesa ha regolamentato negli ''Acta Domus ecclesiae de titulo basilicae minoris'', del 9 novembre 1989, le condizioni necessarie per ottenere il titolo di basilica, e i privilegi da esso dipendenti, ma non ha mai definito norme precise riguardo ai simboli di privilegio (tra cui l'[[Basilica (araldica)|ombrello pontificio]], da tempo emblema delle basiliche<ref name=cathencycl>[http://en.wikisource.org/wiki/Catholic_Encyclopedia_(1913)/Basilica Basilica], [[Enciclopedia Cattolica]]</ref>) o all'[[araldica]] degli [[Stemma|stemmi]]: essi dipendono quindi da tradizioni più o meno consolidate.
 
Le basiliche minori nel mondo, nel 2015, erano 1735.<ref name=GCatholic>[http://www.gcatholic.org/churches/bas.htm Basilicas in the World], GCatholic.org</ref>
 
=== Le basiliche per continente ===
{{vedi anche|Basiliche nel mondo}}
{{colonne}}
{|class="wikitable sortable"
! colspan=2| Africa<ref name=GCatholic/>
|-
! Nazione !! Basiliche
|-
|{{DZA}} || 2
|-
|{{BEN}} || 1
|-
|{{CMR}} || 1
|-
|{{CIV}}|| 1
|-
|{{EGY}} || 2
|-
|{{GHA}} || 4
|-
|{{KEN}} || 1
|-
|{{NER}} || 1
|-
|{{RWA}} || 1
|-
|{{SEN}} || 1
|-
|{{TUN}}|| 1
|-
|{{UGA}} || 2
|-
|{{ZWE}} || 1
|}
 
{|class="wikitable sortable"
! colspan=2| Asia<ref name=GCatholic/>
|-
! Nazione !! Basiliche
|-
|{{CHN}} || 1
|-
|{{PHL}} || 13
|-
|{{IND}} || [[Basiliche in India|21]]
|-
|{{ISR}} || 8
|-
|{{PSE}} || 1
|-
|{{LKA}} || 1
|-
|{{TWN}} || 2
|-
|{{TUR}} || 2
|-
|{{VNM}} || 4
|}
{{colonne spezza}}
{|class="wikitable sortable"
! colspan=2| Americhe<ref name=GCatholic/>
|-
! Nazione !! Basiliche
|-
|{{ARG}} || [[Basiliche in Argentina|45]]
|-
|{{BOL}} || 8
|-
|{{BRA}}|| [[Basiliche in Brasile|59]]
|-
|{{CHL}}|| 9
|-
|{{COL}}|| [[Basiliche in Colombia|30]]
|-
|{{CUR}}|| 1
|-
|{{CAN}} || [[Basiliche in Canada|24]]
|-
|{{CRI}}|| 2
|-
|{{CUB}} || 3
|-
|{{ECU}}|| 12
|-
|{{SLV}}|| 4
|-
|{{GLP}} || 1
|-
|{{GTM}} || 2
|-
|{{MEX}} || [[Basiliche in Messico|29]]
|-
|{{NIC}} || 3
|-
|{{PAN}} || 2
|-
|{{PRI}} || 2
|-
|{{LCA}} || 1
|-
|{{PRY}} || 1
|-
|{{PER}}|| 12
|-
|{{DOM}}|| 2
|-
|{{USA}} || [[Basiliche negli Stati Uniti d'America|82]]
|-
|{{TTO}} || 1
|-
|{{URY}} || 5
|-
|{{VEN}} || 15
|}
 
{|class="wikitable sortable"
! colspan=2| Oceania<ref name=GCatholic/>
|-
! Nazione !! Basiliche
|-
|{{AUS}} || 5
|-
|{{GUM}} || 1
|-
|{{WSM}} || 1
|}
{{colonne spezza}}
{| class="wikitable sortable"
|-
! colspan=2| [[Basiliche in Europa|Europa]]<ref name=GCatholic/>
|-
! Nazione !! Basiliche
|-
|{{AND}} || 1
|-
|{{AUT}} || [[Basiliche in Austria|32]]
|-
|{{BEL}} || [[Basiliche in Belgio|29]]
|-
|{{BLR}} || 3
|-
|{{VAT}} || 1
|-
|{{HRV}} || 7
|-
|{{FRA}} || [[Basiliche in Francia|170]]
|-
|{{DEU}} || [[Basiliche in Germania|75]]
|-
|{{GRC}} || 1
|-
|{{IRL}} || 2
|-
|{{ISL}} || 1
|-
|{{ITA}} || [[Basiliche in Italia|557]]
|-
|{{LVA}} || 1
|-
|{{LTU}} || 5
|-
|{{LUX}} || 1
|-
|{{MLT}} || 9
|-
|{{MNE}} || 1
|-
|{{NLD}} || [[Basiliche nei Paesi Bassi|25]]
|-
|{{POL}} || [[Basiliche in Polonia|140]]
|-
|{{PRT}} || [[Basiliche in Portogallo|9]]
|-
|{{GBR}} || 3
|-
|{{CZE}} || 15
|-
|{{ROU}} || 4
|-
|{{RUS}} || 1
|-
|{{SMR}} || 1
|-
|{{SRB}} || 2
|-
|{{SVK}} || 13
|-
|{{SVN}} || 7
|-
|{{ESP}} || [[Basiliche in Spagna|112]]
|-
|{{CHE}} || 12
|-
|{{UKR}} || 1
|-
|{{HUN}} || 16
|}
{{colonne fine}}
 
== Note ==
<references />
 
== Bibliografia ==
* Bruno Zevi, ''Saper Vedere l'Architettura''
* R. Krautheimer, ''Architettura paleocristiana e bizantina'', Einaudi, Torino 1986
* R. Krautheimer, The Beginnings of Early Christian Architetture, 1939
* L. Crema, L'architettura romana, Torino 1959
* J. B. Ward Perkins, Constantine and the Origins of the Christian Basilica, 1954
* G. Giovannoni, La basilica dei Flavi sul Palatino, Roma 1940
 
== Voci [[Correlatore|correlate]] ==
* [[Cattedrale]]
* [[Duomo]]
* [[Chiesa (architettura)]]
* [[Pieve]]
* [[Oratorio (architettura)]]
* [[Cappella]]
* [[Catacomba]]
* [[Basiliche in Italia]]
 
== Altri progetti ==
{{interprogetto|etichetta=basilica|wikt=basilica|commons=Category:Basilicas}}
{{wikilibro|Basiliche di Milano}}
 
== Collegamenti esterni ==
* {{en}},{{la}} [http://www.adoremus.org/DomusEcclesiae.html ''Acta Domus ecclesiae de titulo basilicae minori'']
 
{{Controllo di autorità}}
{{Portale|Antica Roma|architettura|cattolicesimo}}
 
[[Categoria:Basiliche| ]]
Utente anonimo