Apri il menu principale

Modifiche

1 891 byte rimossi, 2 anni fa
→‎L'anno 0 nella cronologia dell'era cristiana: che c'entra il liber abbaci con **l'anno** zero?
 
== L'anno 0 nella cronologia dell'era cristiana ==
Nella notazione degli storici, che normalmente utilizzano il [[calendario giuliano]] per i periodi antecedenti l'introduzione del [[calendario gregoriano]], l'anno 0 dell'era cristiana non esiste e si passa direttamente dall'[[1 a.C.|anno 1 avanti Cristo]] all'[[1|anno 1 dopo Cristo]]: infatti il [[0 (numero)#Storia dello zero|numero 0]] venne introdotto in Europa solo dal [[1202]] dal [[pisa]]no [[Leonardo Fibonacci]]. Esistono tuttavia altre notazioni come quella degli astronomi, che prevedono l'anno 0 per indicare l'anno 1 a.C. degli storici.
[[File:Liber_abbaci_magliab_f124r.jpg|thumb|upright=1.2|Un foglio del manoscritto su pergamena del ''Liber abbaci'' conservato nella [[Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze]] (Codice Magliabechiano Conv. Soppr. C 1, 2616, fol. 124r). Il testo è quello celebre sulla fertilità di una coppia di conigli, con cui viene introdotta la sequenza di numeri oggi nota con il nome di [[successione di Fibonacci]]; come si può vedere, infatti, il riquadro sulla destra presenta le prime 13 cifre (in numeri arabi) della serie: 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233 e 377.]]
Nella notazione degli storici, che normalmente utilizzano il [[calendario giuliano]] per i periodi antecedenti l'introduzione del [[calendario gregoriano]], '''anno 0 dell'era cristiana''' non esiste e si passa direttamente dall'[[1 a.C.|anno 1 avanti Cristo]] all'[[1|anno 1 dopo Cristo]]: infatti [[0 (numero)#Storia dello zero|numero 0]] venne introdotto in Europa solo dal [[1202]] dal [[pisa]]no [[Leonardo Fibonacci]] nel suo libro ''[[Liber abbaci]]'', più noto come ''Liber abaci'' <ref>{{Cita web|url=http://www.scienzainrete.it/contenuto/articolo/breve-storia-dello-zero-e-di-un-contagio|titolo=Breve storia dello 0|accesso=28 marzo 2017|lingua=it}}</ref>{{#tag:ref|La prima edizione a stampa del ''Liber abaci'' è stata curata da [[Baldassarre Boncompagni Ludovisi]] nel [[1857]], basandosi sul [[manoscritto]] del [[1228]] in quanto quello del [[1202]] è andato perduto.<ref>In realtà, come indicato dallo stesso Boncompagni nella sua edizione (''[[#Bibliografia|cit.]]''), il manoscritto utilizzato è stato il Codice Magliabechiano C. 1, 2616, realizzato nel [[XIV secolo]] ma filologicamente risalente alla versione del 1228.</ref>|group=N}}
{{Citazione|Le nove figure degli indiani sono queste: [[nove|9]] [[otto|8]] [[sette|7]] [[sei|6]] [[cinque|5]] [[quattro|4]] [[tre|3]] [[due|2]] [[uno|1]]. Con tali nove figure, e con il simbolo [[zero|0]], che in arabo chiamano ''zephiro'', qualsiasi numero può essere scritto, come sarà dimostrato più avanti.|Leonardo Fibonacci, ''Liber abbaci'', inizio del primo capitolo.|lingua=la|Novem figure indorum he sunt 9 8 7 6 5 4 3 2 1 Cum his itaque novem figuris, et cum hoc signo 0, quod arabice zephirum appellatur, scribitur quilibet numerus, ut inferius demonstratur.}}
 
Esistono tuttavia altre notazioni come quella degli astronomi, che prevedono l'anno 0 per indicare l'anno 1 a.C. degli storici.
 
Tradizionalmente, l'anno 1 dell'era cristiana è l'anno successivo al momento in cui si riteneva che fosse avvenuta la [[nascita di Gesù]]. Più precisamente, intorno al [[523]] il monaco [[Dionigi il Piccolo]] calcolò che l'anno 1 dell'[[era (tempo)|era]] cristiana fosse iniziato nell'anno [[753]] dalla fondazione di Roma (aUc: ''[[ab Urbe condita]]''). In realtà, la cronologia di Dionigi il Piccolo entrò in uso solo tra l'[[VIII secolo|VIII]] e il [[X secolo]], quando fu adottata dalla Chiesa di Roma. L'uso dell'era cristiana anche per gli anni avanti Cristo è molto più recente.
19 872

contributi