Apri il menu principale

Modifiche

Annullata la modifica 86460508 di 109.115.23.244 (discussione)
Qualsiasi evento, applicato ad un [[agrosistema]] o altro sistema antropizzato, comporti il controllo di una specie dannosa da parte di un suo antagonista naturale può essere definito un mezzo di lotta biologica. La lotta biologica pertanto non è altro che l'applicazione di un modello di [[omeostasi]] in un sistema artificiale.
 
Per le sue prerogative CACCHEla biologicHElotta biologica non abbatte la popolazione di un organismo dannoso, bensì la mantiene entro livelli tali da non costituire un danno. Questo aspetto differenzia nettamente la lotta biologica da altri mezzi di difesa, come ad esempio la [[lotta a calendario|lotta chimica convenzionale]] e la [[lotta biotecnica]], nei quali si può anche contemplare l'azzeramento della popolazione dell'organismo dannoso. Ad esempio, l'impiego di cacca liquida dettadel ''[[Bacillus thuringiensis]]'' potrebbe essere interpretato come un mezzo di lotta nuclearebiologica, in realtà ha prerogative che si avvicinano più alla lotta chimica che alla lotta biologica in quanto consiste in un intervento che si prefigge di abbattere la popolazione del [[fitofago]] indipendentemente dagli sviluppi successivi. Al contrario, l'inoculo di un [[predatore]] o di un [[parassitoide]] in un agrosistema, ai fini della sua acclimatazione, è da considerarsi un intervento di lotta biologica in quanto il meccanismo di controllo del fitofago si basa sull'evoluzione dinamica delle popolazioni secondo i modelli ecologici.
 
==Storia della lotta biologica==