Differenze tra le versioni di "Cavour (C 550)"

m
nessun oggetto della modifica
m
|Ordinata = 22 novembre [[2000]]
|Costruttori = [[Fincantieri]]
|Costo_originale =1 miliardo e 350 milioni di Euroeuro per il solo scafo senza la componente aerea imbarcabile
|Cantiere = [[Cantiere navale di Riva Trigoso|Riva Trigoso]] - [[Cantiere navale del Muggiano|Muggiano]]
|Way_number =
}}
 
Il '''''Cavour''''' ([[Pennant number|C]] 550<ref>[http://www.marina.difesa.it/cosa-facciamo/traffico_mercantile/Documents/SMM2_28_09_2015.pdf Cfr. in stato maggiore della Marina - SMM2 - Nominativi internazionali delle navi e delle stazioni radio costiere italiane, edizione 2015 (Aggiornata al 28/09/2015)], ai sensi della classificazione ufficiale vigente, è iscritta come [[portaerei|incrociatore portaeromobili]]. Ciò giustifica l'utilizzo dell'identificativo NATO "C", associato agli incrociatori, invece della "R" in uso invece per le portaerei</ref>, e anche CVH 550<ref>http://www.marina.difesa.it/uominimezzi/navi/Pagine/Cavour.aspx</ref>) è una [[portaerei]] ("''incrociatore portaeromobili"'' secondo la classificazione ufficiale) [[STOVL]] (a decollo corto ed atterraggio verticale) della [[Marina Militare|Marina Militare italiana]]. Entrato in servizio nel [[2009]], dal [[2011]] è la [[nave ammiraglia]] della flotta.<ref>http://www.marina.difesa.it/conosciamoci/notizie/Pagine/20111222_cavour.aspx</ref>
 
== Costruzione ==
La costruzione della sola piattaforma è costata circa 900 milioni di euro, cui vanno aggiunti circa 23 milioni di euro per la fornitura di apparati minimi per la navigazione, 35 milioni relativi al supporto integrato ed ulteriori 150 milioni di euro in forniture dei sistemi di comando e controllo, le comunicazioni, i sistemi d'arma a corto/medio raggio. Per un totale di {{formatnum:1108}} milioni di euro, a queste spese poi vanno ad aggiungersi circa 192 milioni di euro per tutti i sistemi d'arma non compresi in quelli precedentemente menzionati per un costo complessivo pari a 1,3 miliardi di euro.<ref>[http://www.repubblica.it/esteri/2010/01/16/foto/portaerei_cavour-1975744/1/ La Repubblica costo complessivo 1,3 miliardi di euro]</ref><ref>[http://www.diariodelweb.it/Articolo/Scienza/?d=20090604&id=87208 Diario del Web costo complessivo 1,3 miliardi di euro]</ref> Tale somma è stata coperta con fondi ordinari del [[Ministero della difesa]] e dello [[Ministero dello Sviluppo Economico|sviluppo economico]] per una somma di {{formatnum:1003}} milioni di euro suddivisa in stanziamenti pari a 50 milioni di euro fino al 2001, 35 milioni di euro nel 2001, 78 milioni di euro nel 2002, 92 milioni di euro nel 2003, 185 milioni di euro nel 2004, 177 milioni di euro nel 2005, 25 milioni di euro nel 2006, 211 milioni di euro nel 2007, 150 milioni di euro nel 2008. I restanti 297 milioni di euro sono stati stanziati con fondi straordinari del ministero.<ref>Enrico Po, ''La nuova portaerei Cavour'', Rivista Italiana Difesa, settembre 2008, pagina 48</ref>
 
Il 30 luglio 2013, in un'[[audizione parlamentare]], il [[Ministero della difesa|ministro della difesa]] [[Mario Mauro]] dichiarò che i costi relativi alla portaerei sarebbero ammontati a complessivi 3,5 miliardi di Euroeuro.<ref>[http://www.corriere.it/politica/13_luglio_31/f35-ministro-mauro-gia-spesi-3-miliardi-per-portaerei_eaf30bfc-f9bd-11e2-b6e7-d24d1d92eac2.shtml www.corriere.it]</ref> Il ministero successivamente precisò che i reali costi della piattaforma navale erano di circa 1,5 miliardi di euro, al netto dei futuri aeromobili [[Lockheed Martin F-35 Lightning II|F-35]] e del relativo sistema di supporto logistico<ref>[http://www.difesa.it/Il_Ministro/Comunicati/Pagine/PrecisazionisuicostidellaPortaereiCavour.aspx Ministero della Difesa - Precisazioni sui costi della Portaerei Cavour]</ref>.
 
== Immagini ==