Pedro Sarmiento de Gamboa: differenze tra le versioni

m
smistamento lavoro sporco e fix vari
(Correzioni.)
m (smistamento lavoro sporco e fix vari)
Il 25 settembre del 1581, una flotta di 23 navi partì da [[Siviglia]] per occupare lo Stretto di Magellano e fondarvi una o più colonie. La comandava ''Diego Flores di Valdés'', un generale, ma a bordo si trovava anche Sarmiento, nominato Governatore dei futuri insediamenti.
 
La sfortuna si accanì contro la flotta spagnola. Sballottata dalle correnti, travagliata dalle tempeste non riuscì neppure a raggiungere l'imboccatura dello Stretto e, dopo quasi due anni e mezzo, Flores de Valdés abbandonò la partita facendo volgere le vele verso la madrepatria. Sarmiento però insistette. Rimasto con solo cinque navi riuscì a raggiungere la parte orientale dello Stretto e decise di fondarvi la tanto sospirata colonia cui diede nome di ''Nombre de Jesus''. Una delle navi venne issata a terra e utilizzata come fonte di legname, ma inaspettatamente tre delle rimanenti si ammutinarono e fuggirono alla volta della Spagna.
 
Sarmiento era rimasto con una sola piccola imbarcazione, la Maria, tuttavia insistette nell'impresa e, imboccato risolutamente lo Stretto, arrivò a fondare una seconda colonia il 25 marzo del 1584. Il suo nome era quello di ''Rey Felipe'', in onore del monarca, ma sarebbe stata ricordata come “porto della fame”. Mentre tornava a visitare la prima colonia di Jesus, una furiosa tempesta costrinse la Maria ad uscire dallo Stretto e, giunta in Atlantico, la sospinse per venti giorni, fino a gettarla distrutta sulle coste del [[Brasile]].
Sembrava che la sorte finalmente fosse benigna con Sarmiento, ma quando già stava per varcare le frontiere della Spagna un altro corpo del fato si abbatté con inaudita violenza sull'eclettico avventuriero.
 
Sarmiento venne fatto prigioniero da una banda di [[Ugonotti]], nemici giurati della Spagna e rimesso in prigione. Per la sua liberazione venne preteso un riscatto sproporzionato ed occorsero più di tre anni per ridurre le loro pretese a misure più ragionevoli, pari a 6.800 ducati e quattro buoni cavalli.
 
==Liberazione e morte==
*[[Impero spagnolo]]
*[[Esplorazioni geografiche]]
 
== Altri progetti ==
{{interprogetto|commons=Category:{{PAGENAME}}}}
 
== Collegamenti esterni ==
{{Commonscat}}
* {{Cita web|url=http://kuprienko.info/carta-memorial-de-pedro-sarmiento-de-gamboa-a-s-m-escrita-en-el-cuzco-a-4-de-marzo-de-1572/|titolo=Carta memorial de Pedro Sarmiento de Gamboa a S. M., escrita en el Cuzco a 4 de marzo de 1572|urlarchivio=http://archive.is/cVeMY|dataarchivio=8 gennaio 2013}}
* Sarmiento de Gamboa, Pedro de, {{Cita web|url=http://kuprienko.info/pedro-sarmiento-de-gamboa-viajes-al-estrecho-de-magallanes/|titolo=VIAJES AL ESTRECHO DE MAGALLANES|urlarchivio=http://archive.is/IVYw|dataarchivio=18 dicembre 2012}} — 1572—1589
 
{{Controllo di autorità}}
{{Portale|astronomia|Conquistaconquista spagnola delle Americhe}}
 
[[Categoria:Persone legate agli Inca]]
1 262 098

contributi