Differenze tra le versioni di "Chiesa di San Niccolò Oltrarno"

→‎Storia e descrizione: Aggiungo notizie sull'organo
(→‎Bibliografia: Aggiungo testo)
(→‎Storia e descrizione: Aggiungo notizie sull'organo)
Sempre del periodo dell'assedio la chiesa, in particolare il campanile, hanno alcune memorie storiche: [[Michelangelo]] si tenne nascosto per alcuni giorni in un angusto locale alla base della torre campanaria grazie alla complicità di un aiuto campanaro del quale non si conosce il nome, in seguito della presa di Firenze da parte dei Medici, contro i quali si era apertamente schierato contro, difendendo la [[Repubblica Fiorentina]]. Michelangelo si era infatti notevolmente compromesso contro quelli che erano stati suoi importanti committenti, diventando responsabile dell'edificazione delle mura difensive per conto dei repubblicani, ma grazie alla sua fama di artista poté in seguito tornare sotto l'ala protettiva dei regnanti senza rappresaglie.
 
Sulla cantoria a ridosso della parete di fondo dell'abside si trova l'[[organo a canne]], costruito nel [[1581]] da Dionigi Romani, restaurato nel [[1683]] da Francesco Cappelletti e modificato ed ampliato alla fine delnel [[XVIII secolo1769]] dallada [[Ditta Agati-Tronci|dittaAntonio Tronci]] che rifece la cassa e il somiere.<ref>{{cita|B. Frescucci (a cura di)|p. 102.}}</ref> A trasmissione integralmente meccanica, dispone di 17 [[registro (organo)|registri]]. La cassa, riccamente decorata con intagli dorati, presenta sulla parete anteriore la mostra articolata in più campi, originale, composta da canne di [[Principale]]; nella parte inferiore del prospetto si apre la consolle a finestra (con unica tastiera e pedaliera), alla cui destra si trova la registriera, con le manette disposte in due file orizzontali.<ref>{{cita web|url=http://www.operadifirenze.it/events/antichi-suoni-organi-storici-di-la-darno/|titolo=Antichi suoni: organi storici di là d'Arno|sito=operadifirenze.it|accesso=24 ottobre 2016}}</ref>
 
In sacrestia si conserva l'affresco con la ''Madonna della Cintola'', attribuito ad [[Alesso Baldovinetti]]. Qui si trovano anche altre opere d'arte, tra cui il ''[[polittico dell'Intercessione]]'' di [[Gentile da Fabriano]].