Apri il menu principale

Modifiche

m
Bot: aggiorno parametri template Film (v. richiesta)
|annouscita= [[1990]]
|durata= 91 min
|tipocolore= colore
|tipoaudio= sonoro
|genere= commedia
|regista= [[Gabriele Salvatores]]
Federico rischia di perdere il proprio lavoro, ma Dario tenta di trarlo in salvo. Si recano insieme in tournée, un viaggio in giro per l'Italia con ''[[Il giardino dei ciliegi]]'' di [[Anton Pavlovič Čechov|Cechov]], ma Dario spera in una fantomatica scrittura da parte di un regista americano. Grazie all'amico Dario, Federico riuscirà a risollevarsi e ad ottenere buone critiche per la sua interpretazione in teatro.
 
Il problema di fondo che tormenta Dario dall'inizio del viaggio è che lui è l'uomo per il quale Vittoria ha lasciato Federico, conseguenza di alcuni suoi fallimenti sul palcoscenico. Vittoria vorrebbe che fosse Dario a confessarlo, ma a Dario manca il coraggio. Dopo aver scoperto il legame di Dario con Vittoria in modo casuale, la situazione di Federico collasserà nuovamente. Vittoria si unirà al viaggio, con il tentativo invano di far proseguire l'attività teatrale. Federico riuscirà ad ottenere la parte nel film tanto ambita da Dario: con la situazione ormai degenerata, i tre rischieranno la morte durante un movimentato litigio in auto. Vittoria, stanca della situazione, decide di tornarsene a casa.
 
I due amici si ritroveranno in viaggio senza parlarsi, irrigiditi dagli avvenimenti che li hanno travolti nelle ultime ore. Durante una sosta obbligata, spinti dal senso dell'amicizia, i due torneranno a parlarsi, scoprendo che Federico ha rinunciato alla parte del film per il bene dell'amico.
La scenografica diga è situata nella [[Gola del Furlo]], in [[Provincia di Pesaro e Urbino]].
 
Alcune riprese sono state effettuate a [[Margherita di Savoia]] ([[Riserva naturale Salina di Margherita di Savoia|Saline]]).<ref>(Fonte: Filmato AFC “Puglia, scenes to explore” montaggio: Massimo Modugno).</ref>
 
La vettura usata da Federico e Dario durante tutto il film è una [[Mercedes W110|Mercedes W110 200D]]. È la seconda pellicola che presenta [[Claudio Bisio]] come benzinaio, dopo ''[[I cammelli]]'' del [[1988]].
2 568 912

contributi