Differenze tra le versioni di "Carpo (astronomia)"

aggiornamenti
m (Bot: overlinking giorni e mesi dell'anno e modifiche minori)
(aggiornamenti)
|immagine=Carpo.png
|didascalia=Rappresentazione artistica di Carpo.
|scoperta_autori=[[Scott S. Sheppard]] et al.
|data=9 febbraio [[2003]]
|designazioni_alternative=S/2003 J20
|albedo=0,04
|}}
'''Carpo''' è un [[satellite naturale]] minore del [[pianeta]] [[Giove (astronomia)|Giove]], scoperto il 9 febbraio [[2003]] da una squadra di [[astronomo|astronomi]] dell'[[Università delle Hawaii]] guidata da [[Scott S. Sheppard|Scott S, Sheppard]] e formata da [[Brett James Gladman]], [[John J. Kavelaars]], [[Jean-Marc Petit]], [[Lynne Allen]], [[David Jewitt]] e [[Jan Kleyna]].
 
All'epoca della scoperta al satellite venne attribuita la [[designazione provvisoria]] '''S/2003 J 20'''; il nome attuale, assegnato dall'[[Unione Astronomica Internazionale]] agli inizi del [[2005]], è stato scelto in onore della figura di [[Carpo (mitologia)|Carpo]], una delle [[Ore]], figlia di [[Zeus]] ([[Giove (divinità)|Giove]]) secondo la [[mitologia greca]].
Analogamente a [[Temisto (astronomia)|Temisto]], Carpo sembra non appartenere ad alcuna famiglia di satelliti gioviani, ed è per questo particolarmente interessante.
 
È inoltre notevole osservare che tutti i [[satelliti naturali di Giove]] orbitanti all'esterno dell'orbita di Carpo ruotano attorno al pianeta in [[Moto retrogrado|direzione retrograda]].
 
L'[[inclinazione (orbita)|inclinazione orbitale]] di Carpo, analogamente a quella di altri satelliti gioviani, è regolata dall'[[effetto Kozai]], scoperto da [[Yoshihide Kozai]] nel [[1962]]; tale fenomeno comporta una variazione periodica dell'inclinazione e dell'[[eccentricità (orbita)|eccentricità]] dell'orbita. Quando l'inclinazione cresce, l'eccentricità può diventare talmente elevata da avvicinare il [[periastroApside|perigiovio]] del satellite alle orbite dei [[satelliti medicei]] ([[Io (astronomia)|Io]], [[Europa (astronomia)|Europa]], [[Ganimede (astronomia)|Ganimede]] e [[Callisto (astronomia)|Callisto]]); Carpo potrebbe quindi in futuro collidere con uno di essi, oppure venire scagliato al di fuori del [[sistema di Giove]] a causa dell'intensa [[interazione gravitazionale]].
 
{{Satelliti di Giove}}