Apri il menu principale

Modifiche

La prima opera architettonica realizzata durante il governo di Maria Luigia fu la costruzione del [[Ponte sul Taro|ponte sul taro]], progettato dall'ingegnere [[Antonio Cocconcelli]]. I lavori, avviati nel 1816, durarono tre anni, non senza lunghe sospensioni a causa di una serie di piene del fiume. L'inaugurazione avvenne il 10 ottobre [[1819]], alla presenza della duchessa e in quell'occasione furono sorteggiate 24 "ragazze da marito" alle quali fu assegnata una dote di 250 nuove lire di Parma.<ref>[[Achille Mezzadri]], ''Carlo Francesco Caselli consigliere intimo di Maria Luigia'', Battei, 1978 (pag. 82-83)</ref>
 
[[File:Marie-Louise of Austria, Duchess of Parma.jpg|thumb|upright=0.9|[[Ritratto di Maria Luigia d'Austria (Giovan Battista Borghesi)|Maria Luigia, la "buona duchessa" di Parma]].<br> Ritratto di [[Giovan Battista Borghesi]], [[1837]] - [[1839]].]]
{{Citazione|...Voi avrete già letto nella Gazzetta l'inaugurazione del ponte del Taro. La festa è stata superba, pel tempo e pel numero di spettatori, e sebbene ancora io non goda salute, ne ho gioito perché quel ponte, quello sul [[Trebbia]] e qualche istituzione di beneficenza, sono i soli monumenti che voglio lasciare dopo di me, qui, lasciando quelli del lusso ai miei successori...| Lettera di Maria Luigia del 23 ottobre [[1819]] all'amica Colloredo.<ref>Prampolini, p. 115</ref>|}}
 
Utente anonimo