Apri il menu principale

Modifiche

44 byte aggiunti ,  2 anni fa
nessun oggetto della modifica
 
Il centro abitato si può dividere in due nuclei abitativi:
* '''Mammiano Alto''', comunemente chiamato ''Mammiano''. Nel [[1926]] vi fu costruita una [[Stazione di Mammiano|stazione]] della [[Ferrovia Alto Pistoiese]], che lo collegava con [[Pracchia]], (per poter usufruire della ferrovia statale) smantellata nel [[1956]], 9 anni prima della dismissione dell'intera linea.
* '''Mammiano Basso''', anticamente chiamata '''Le Ferriere''', data la presenza nel piccolo centro di attività di lavorazione del ferro. Dopo la chiusura, avvenuta dopo la seconda guerra mondiale, la frazione ha perso il nome originario per assumere quello attuale.
Da Mammiano transitarono in passato persone note quali ad esempio il Granduca di Toscana [[Pietro Leopoldo di Lorena]] con l'ing. Abate [[Leonardo Ximenes]] progettista della strada che da Firenze conduce ad Abetone (adesso S.R.66 e S.S.12), [[Napoleone Bonaparte]], [[Giosuè Carducci]], [[Policarpo Petrocchi]], [[Renato Fucini]] (detto Neri Tanfucio), [[Giacomo Puccini]], [[Niccolò Puccini]], [[Pellegrino Antonini]], [[Gian Galeazzo Ciano]] e sua moglie [[Edda Mussolini]] che possedevano una villa ad [[Abetone]] ed ancora [[Papa Pio VII]] (Barnaba Chiaramonti). Quest'ultimo si recava a Parigi ad incoronare Napoleone. Pio VII fu ospitato per il pernottamento dalla famiglia Cini a [[San Marcello Pistoiese|San Marcello]]. La mattina seguente, era il 6 novembre 1804, la carrozza papale ripartì alla volta di Modena e proprio a Mammiano dovette fermarsi per un guasto, peraltro subito eliminato dagli inservienti. Gli abitanti che attendevano il corteo papale ebbero modo di vedere così il [[Romano Pontefice]] "de visu" e ne ricevettero l'apostolica benedizione (vedi "I paesi della montagna", parte seconda di Roberto Prioreschi, Agricom anno 2015 articolo su Mammiano di Paolo Baldassarri). A Mammiano nacque il mecenata [[Lorenzo Pacini]] che fece costruire con i suoi lasciti ereditari l'Ospedale di San Marcello, a lui intitolato. La salma di Pacini adesso riposa nella cappellina della Venerabile Compagnia. Fino all'anno 2013 esistevano nel paese una SOMS intitolata proprio a Lorenzo Pacini ed una cooperativa di consumo. Adesso non vi sono più. Molto nota e apprezzata in montagna è la festa paesana di Mammiano, con appuntamenti laici e religiosi in onore del patrono San Michele Arcangelo. La festa si svolge negli ultimi giorni di settembre e nei primi giorni di ottobre.
Utente anonimo