Differenze tra le versioni di "Tributo"

1 141 byte aggiunti ,  4 anni fa
Il tributo è una prestazione obbligatoria richiesta generalmente dallo [[Stato]], da un [[ente pubblico]] o da un'altra [[pubblica amministrazione]]. Esso è espressione dell'esercizio della [[potestà]] d'imperio di un [[sovranità|ente sovrano]]. In Italia, secondo il dettame dell'art. 23 della Costituzione, "''nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge"'' e dunque solo la legislazione vigente può istituire e gestire i tributi.
 
Nel linguaggio corrente per indicare i tributi viene spesso usato, impropriamente, il termine "tasse".<ref name=":0" />
 
== Classificazione ==
I tributi si dividono in:<ref name=":0">{{Cita libro|autore=Rosa Maria Vinci Orlando|titolo=Scienza delle finanze e diritto tributario|anno=2011|editore=Tramontana|città=|p=|pp=|ISBN=}}</ref>
* '''Imposte''', prelievi di ricchezza per far fronte a fini di interesse generale. Lo Stato preleva in base a dei criteri somme di denaro ad ogni persona o ente che poi utilizza per il finanziamento della spesa pubblica destinata a servizi indivisibili fra i cittadini come, secondo la dottrina classica, la difesa dello Stato, la giustizia, l'ordine pubblico;
 
{{Vedi anche|Statuto del contribuente}}
Lo Statuto del Contribuente è una legge volta a difendere i soggetti passivi dei tributi dai possibili abusi dell'[[Fisco|Amministrazione finanziaria]].
 
== Indici statistici ==
La pressione tributaria (P) è il rapporto fra l'entità dei tributi (T) e il reddito nazionale o PIL (Y): P = T / Y.
 
Questo indice mostra la parte di reddito nazionale che ogni anno viene assorbita dai tributi.
 
Tale concetto può essere inteso in senso stretto, considerando solo imposte e tasse, oppure considerando anche tutti i contributi. In questo caso i teorici sono dibattuti, dato che alcuni li scartano mentre altri denominano la pressione tributaria "pressione fiscale". Ad oggi, su questo concetto non vi è unanimità.<ref name=":0" /><ref>{{Cita libro|autore=C. Bianchi, P. Maccari, E. Perucci|titolo=Sistema Economia 2|anno=|editore=Paramond|città=|p=|pp=|ISBN=}}</ref>
 
== Effetti economici del prelievo tributario ==
{{Vedi anche|Curva di Laffer}}
Secondo la teoria keynesiana, un incremento dei tributi può far diminuire consumi e investimenti, facendo crescere la spesa pubblica, nonché deprimendo la propensione al risparmio.
 
L'economista [[Arthur Laffer]] ha studiato la relazione fra gettito e aliquota, dando origine alla [[Curva di Laffer]].<ref name=":0" />
 
== Note ==
419

contributi