Differenze tra le versioni di "Eutichio Proclo"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  12 anni fa
m
typo
(Nuova voce : Eutichio Proclo, da en.wiki)
 
m (typo)
'''Eutichio Proclo''' (in [[lingua greca|greco]] '''Εὐτυχίος Πρόκλος''') fu un [[grammatico]] che visse ed operò nel [[II secolo]]. originario della città di [[Sicca]] in [[Africa]], fu l'istututoreistitutore dell'[[Imperatori romani|imperatore romano]] [[Marco Aurelio]].<ref>Giulio Capitolino, ''Historia Augusta'',''Vit. Ant''. c. 2.</ref>
 
Si tratta probabilmente dello stesso Proclo che [[Trebellio Pollione]] cita come il più colto grammatico della sua epoca.<ref>Trebellio Pollione ''Aemil. Tyr''.</ref> Fu nominato console da Marco Aurelio.<ref>Fabric. ''Bibl. Graec.'' ix.365.</ref>
 
==Opere==
nonNon si conosce alcuna opera giunta fino a noi attribuibile con sicurezza ad Eutichio Proclo, e poco si sa anche della sua vita. Tuttavia è abbastanza diffusa l'opinione che in lui si possa identificare l'autore della ''[[Crestomazia]]'', che rappresenta per noi la più importante fonte di informazioni sui [[epica|poemi]] che componevano il [[Ciclo Epico]].<ref>Vedi e.g. D.B. Monro 1883, "On the fragment of Proclus' abstract of the Epic Cycle contained in the Codex Venetus of the ''Iliad''", ''Journal of Hellenic Studies'' 4: 305-334.</ref>
 
Se è così, Eutichio Proclo deve essere identificato anche con il ''Proklos'' di cui parla lo studioso e [[Patriarca (cristianesimo)|Patriarca]] del [[IX secolo]] [[Fozio I di Costantinopoli|Fozio]]. Fozio scrive che la ''Crestomazia'' era composta da quattro libri e che trattava di numerosi argomenti relativi alla [[letteratura greca]]: egli descrive il contenuto dei primi due libri in questo modo:<ref>Fozio cod. 239, = 318b.22-322a.40 ed. Bekker.</ref>
64 239

contributi