Differenze tra le versioni di "Gilberto della Scala"

m
|GiornoMeseMorte =
|AnnoMorte = 1335
|Attività = feudatarionobile
|Nazionalità = italiano
|Categorie = no
Era|PostNazionalità = , figlio naturale di [[Cangrande I della Scala]], signore di [[Verona]].
}}
 
Era figlio naturale di [[Cangrande I della Scala]], signore di [[Verona]].
 
Ottenne dal padre nel [[1328]] numerosi feudi appartenuti ai discendenti di [[Ezzelino III da Romano]], a seguito della conquista di [[Padova]] da parte del padre. Dopo la morte del genitore nel [[1329]], si lasciò sedurre dalle lusinghe del suo precettore [[Francesco da Padova]] per poter spodestare [[Alberto II della Scala|Alberto]] e [[Mastino II della Scala|Mastino della Scala]] dal governo di Verona. Alla congiura partecipò anche il fratellastro [[Bartolomeo della Scala (?-1333)|Bartolomeo]]. Scoperto il complotto, i fratelli furono incarcerati e morirono in prigione: Bartolomeo nel [[1333]] e Gilberto nel [[1335]]. Il suo precettore venne torturato e spogliato dei suoi beni.
 
[[Categoria:Della Scala|G]]
[[Categoria:Feudatari italiani|D]]
[[Categoria:Figli illegittimi dei sovrani italiani]]