Franca Trentin: differenze tra le versioni

 
==Biografia==
Figlia di [[Silvio Trentin]] e Giuseppina Nardari, sorella di ]Bruno Trentin]], nel 1926 emigrò in Francia con la famiglia. Nel 1936, conseguì la maturità liceale a [[Tolosa]], dove il padre aveva aperto una libreria,. conseguìNel nel1939 1936 la maturità liceale, nel 1939ottenne la prima laurea, nel 1940 il Diplôme d'Études Supérieures e la naturalizzazione, nel 1942 la seconda laurea. Inizia intanto la sua attività nella [[Resistenza francese]], anche dopo il rientro in Italia della famiglia, attiva nella [[Resistenza italiana]]. Nel 1944 sposò il rifugiato spagnolo Horace Torrubia da cui divorziòdivorzierà nel 1954 per sposare due anni dopo [[Mario Baratto]] due anni dopo. Allieva di [[Henri Bédarida]] alla [[Sorbona]], lo sostituì nel 1957 al Dipartimento d'Italiano, dove insegnò fino al 1966, quando fu distaccata all'[[Università Ca' Foscari]] come lettrice di lingua e [[letteratura Francesefrancese]]. Il 14 luglio 1978 fu insignita della decorazione di Chevalier de la [[Légion d'Honneur]]. Dal 1996 al 2000 è stata presidente dell'[[Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea]], sezione veneta dell'[[Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia]].
 
==Collegamenti esterni==
Utente anonimo