Islamismo: differenze tra le versioni

47 byte aggiunti ,  4 anni fa
trasformo da {{F}} a {{NN}}. Le fonti ci sono in bibliografia, ma (come succede spesso) sono bellamente ignorate nelle note
mNessun oggetto della modifica
(trasformo da {{F}} a {{NN}}. Le fonti ci sono in bibliografia, ma (come succede spesso) sono bellamente ignorate nelle note)
{{FNN|islamIslam|novembregiugno 20082017}}
Il termine '''Islamismo''' rimanda ad un insieme di ideologie che ritengono che l'[[Islam]] debba guidare la [[vita sociale]] e politica così come la vita personale. Si tratta dunque di una concezione essenzialmente politica dell'Islam. Sinonimi concettuali sono '''islam politico'''<ref>[http://www.pwhce.org/islamism.html PWHCE Middle East Project: Definition: Islamism, Islamist, Islamiste, Islamicist<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref> e '''attivismo islamico'''.
 
== Storia ==
Il termine "islamismo" è di origine [[lingua francese|francese]] (''islamisme''). In quella lingua, infatti, ne è attestato l'uso fin dal [[XVIII secolo]], quando [[Voltaire]] ne propose l'impiego in sostituzione del dispregiativo e scorretto<ref>Al contrario di "[[Cristianesimo]]", che si rifà al [[Gesù nel cristianesimo|messaggio]] di [[Gesù Cristo]], l'Islam si riconosce prioritariamente nel [[Corano]] e non nella persona umana di [[Maometto]], che, agli occhi dei [[musulmani]], ne fu il divulgatore. Solo in seconda battuta si accetta il suo operato ([[Sunna]]), sottoposto comunque all'incontestabile primato del dato coranico.</ref> ''mahométisme'' ("maomettismo"<ref>[http://www.treccani.it/vocabolario/maomettismo/ Treccani] Maomettismo</ref>, "maomettanesimo"<ref>[http://dizionari.repubblica.it/Italiano/M/maomettanesimo.php Maomettanesimo]</ref>) per indicare la religione dei musulmani. Quest'uso si consolidò poi nel corso del [[XIX secolo]], in particolare con [[Alexis de Tocqueville]] ([[1838]]) ed [[Ernest Renan]] ([[1883]]). Con il progredire degli studi e della conoscenza su quel mondo, a partire dal [[XX secolo]] al posto di ''islamisme'' si è consigliato il termine [[Islam]], perché utilizzato dagli stessi musulmani per indicare la propria religione. I suoi seguaci furono quindi inizialmente detti ''islamistes'' e il termine ''islamisme'' cadde in disuso fino a che è stato recuperato per indicare, piuttosto vagamente all'inizio, le ideologie politiche legate all'Islam.
 
Spesso il termine islamismo è, però, ancora utilizzato erroneamente come sinonimo di '''[[islam]]ico'''. In realtà islamico è, nella lingua italiana, un aggettivo derivato da Islam e quindi si riferisce alla sola sfera religiosa. Sinonimo di "islamico" è invece "musulmano" (da ''muslim'', che significa "assoggettato a Dio"), che in italiano assolve alla duplice funzione di sostantivo e di aggettivo.
* Talal Asad, "On Suicide Bombings"
* S. Sayyid, ''A Fundamental Fear: Eurocentrism and Emergence of Islamism'', Londra, Zed Press.
* [[Gilles Kepel]], ''The War for Muslim Minds''y, Belknap Press, 2004
* Gilles Kepel, ''The Roots of Radical Islam'', Londra, [[Saqi Books|Saqi]], 2005 (ed. originale ''Le Prophète et Pharaon'', 1984; ed. italiana ''Il Profeta e il Faraone'', Laterza)
* Peter Mandaville, "Transnational Muslim Politics", (2001), Londra, Routledge.
Utente anonimo