Generone: differenze tra le versioni

23 byte aggiunti ,  4 anni fa
}}</ref>.
 
Nel tempo si è affermato come [[neologismo]] nella [[lingua italiana]], con un uso diffuso, soprattutto, nell'orizzonte linguistico del [[Giornalismo in Italia|giornalismo nazionale]]: il termine serve per connotare, in senso dispregiativo, un generico ceto sociale facoltoso, di personaggi appartenenti a famiglie romane contigue al [[politica italiana|potere politico]] e spesso impegnate in attività economiche affaristiche, sovente in campo edile e immobiliare (comecon una certa affinità con i cosiddetti [[palazzinari]], dicon cui, come si è detto, il generone autentico viene a volte confuso).
 
== Note ==
Utente anonimo