Spagna (poema): differenze tra le versioni

Nessun cambiamento nella dimensione ,  5 anni fa
 
== Trama e personaggi ==
Il poema ripercorre le vicende storiche (ma come in tutti i poemi molto romanzate) della guerra di [[Carlo Magno]] contro i [[Moriscos (Iberia)|Mori di Spagna]] comandati dal re [[Marsilio (re di Spagna)|Marsilio]]. Fatti storici sono l'[[assedio di Pamplona]], l'[[assedio di Saragozza]] e la [[Battaglia di Roncisvalle|rotta di Roncisvalle]]. Altri elementi però sono meno puntuali e più fantasiosi: in realtà, la campagna si concluse negativamente per Carlo (Roncisvalle appunto) e molti dei nemici erano [[Baschi]] e [[non [[Saraceni]].
 
L'autore ci racconta nel primo canto di come Carlo intendesse soggiogare la [[Spagna]] per poi darne la corona al nipote, il conte [[Orlando (paladino)|Orlando]], e di come avesse inviato un messaggero a Marsilio per dichiarare guerra ai Saraceni. Questo viene già dalla [[Chanson de Roland]], che canta però solo la parte finale dell'[[Poema epico|epopea]]. Successivamente Carlo si reca in Spagna con il suo esercito ed espugna via via le maggiori città, soprattutto Pamplona, retta dal re [[Isolieri]]. Orlando sfida a duello ed uccide il forte [[Ferraù]], che si converte in punto di morte (tema ripreso da altri successivamente). Orlando in seguito viene creduto morto e passa attraverso una serie di viaggi e di [[avventura|avventure]] che lo conducono in [[Nordafrica]], nei territori [[arabi]].
Utente anonimo