Differenze tra le versioni di "Storia di Monteleone d'Orvieto"

m
Sempre nel [[1377]] Ludovico, tradito da alcuni suoi uomini e da Ranuccio di Petruccio da [[Migliano (Marsciano)|Migliano]] (anche lui dei [[Conti di Marsciano|Marsciano]]), viene cacciato dal castello. Il conte di Brandetto cede allora definitivamente i suoi diritti su Monteleone a Ranuccio nonostante la promessa di quest'ultimo di restituire il castello dopo un anno. Nel [[1379]] muore il nobile Bulgaro, lascia sei figli: Bindo, Tiberuccio, Guido, Ugolino, Uguccione e Contessa.
 
In quell'anno molte truppe perugine muovono guerra contro Francesco di Montemarte a [[Cetona]], [[Monteleone d'Orvieto|Monteleone]] ed in altri luoghi della [[Valdichiana]]. Il Conte [[Francesco di Montemarte|Francesco]] ordina quindi una spedizione contro [[Chiusi]] posta a controllo di Perugia; a tale azione militare partecipano anche Ugolino di Montemarte, Ranuccio di Giovanni e Ridolfo, nipote di Ugolino: la coalizione sconfigge i Perugini. Nel [[1380]] Francesco di Montemarte mette a guardia di [[Monteleone d'Orvieto|Monteleone]] Ludovico, Piergiovanni, e Ranuccio da Migliano.
 
=== 1382/1388 - I Montemarte ed i Marsciano di nuovo in guerra - La morte di Ugolino ===
3 087

contributi