Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione, 2 anni fa
m
==Il tema dell'amore==
{{Citazione|Io, che stimavo tutto il mondo nulla,<br />senza arme vinto son da una fanciulla|[[Matteo Maria Boiardo]], ''Orlando innamorato''}}
Angelica è il motore di tutto il poema. In lei non troviamo più niente dell'“angelo” [[Dolce Stilstil Novonovo|stilnovistico]] o della idealizzata [[Laura (Petrarca)|Laura]] petrarchesca: la donna di Boiardo ha una sua psicologia e varietà (è tenera e appassionata, seducente e crudele).
L'amore che Boiardo descrive non è di tipo [[neoplatonico]]: lei, certo, è bellissima, ma non affina, non ingentilisce l'uomo; al contrario, lo fa perdere. Questo aspetto ricorda il [[Filostrato (Boccaccio)|''Filostrato'']] di [[Giovanni Boccaccio]], in cui l'amore era un tormento e un allontanamento dai doveri.
 
138 451

contributi