Differenze tra le versioni di "Farfan"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  3 anni fa
m
=== Almohadi ===
 
I primi califfi [[Almohadi]], che sconfissero gli Almoravidi e strapparono loro l'impero (estendendolo a tutto il [[Maghreb]]), furono particolarmente cruenti con le minoranza ebraiche<ref>Vedere la storia degli ebrei in [[storia degli ebrei in Marocco|Marocco]], [[storia degli ebrei in Algeria|Algeria]] e [[storia degli ebrei in Tunisia|Tunisia]])</ref> e i soldati cristiani.</ref> Reverter de La Guardia morì proprio combattendo gli Almohadi per conto degli Almoravidi nel 1142 o nel 1144, il suo corpo venne [[crocifissione|crocefisso]]. Quando [['Abd al-Mu'min]] conquistò la capitale almoravide di [[Marrakesh]] nel marzo 1147 compì un massacro nella città dove morirono anche gli ultimi governanti almoravidi [[Ibrahim ibn Tashfin]] e [[Ishaq ibn Ali]]. Ai cristiani sopravvissuti venne data la possibilità di convertirsi all'[[islam]] o andarsene, un esodo di massa di cristiani avvenne verso la città di [[Toledo]]. La ''Cronaca dell'Imperatore Alfonso VIII'', riporta che i mercenari cristiani che lasciarono Marrakesh per Toledo nel 1147, ''fuggirono con il loro vescovo e la maggior parte del clero''.<ref> (1954–56): 195–204; Barton, “Traitors to the Faith?,” 40 n. 28; and François Clément, “Reverter etsonfils ,deux officiers catalan sauservice des sultans de Marrakech, su: ''Medieval Encounters'' 9 (2003), pp. 79–106. </ref>
 
La sconfitta almohade nella [[battaglia di Las Navas de Tolosa]] nel luglio del 1212 fece riprendere il mercato dei mercenari iberici cristiani disposti a servire i servire i sovrani musulmani. Il 1213 portò siccità e fame nella Penisola iberica e ciò scoraggiò i sovrani cristiani nel proseguire la loro azione di [[Reconquista]] in [[al-Andalus]]. [[Papa Innocenzo III]] cercò di indirizzare le energie militari della Cristianità verso la [[Terra Santa]]. I leader chiave degli schieramenti morirono, e tra essi figurarono il re [[Pietro II di Aragona]], [[Alfonso VIII di Castiglia]] e il Califfo almohade [[Muhammad al-Nasir]].
4 843

contributi