Differenze tra le versioni di "Cosima Wagner"

m
→‎Biografia: Aggiunto collegamento
m (→‎Biografia: Aggiunto collegamento)
[[File:Cosima Wagner 1905 Foto Jacob Hilsdorf.jpeg|right|thumb|Cosima Wagner in una fotografia del [[1905]]]]
 
Dopo la morte del marito, Cosima assunse la guida del [[Festival di Bayreuth]], il festival musicale creato da Wagner appositamente per le rappresentazioni dei suoi drammi, in un nuovo [[Festspielhaus di Bayreuth|teatro]] da lui personalmente progettato e fatto costruire a Bayreuth dove lui e la famiglia si erano trasferiti nel [[1872]]. La sua linea di condotta si basò sullo stretto mantenimento delle tradizioni risalenti agli anni in cui il Maestro era in vita, mettendo al bando ogni possibile innovazione e continuando a riproporre le vecchie scenografie originali (gli allestimenti furono poi rinnovati per volere di [[Adolf Hitler|Hitler]] in persona). Le va riconosciuto però il merito di aver permesso che il Festival, fortemente indebitato alla morte di Wagner, sopravvivesse e consolidasse la sua reputazione.
 
Fervente [[antisemitismo|antisemita]], strinse rapporti con il pensatore e scrittore inglese [[Houston Stewart Chamberlain]], autore de ''I Fondamenti del XIX Secolo'', che divenne suo genero sposando nel [[1908]] Eva Wagner. Negli ultimi anni della sua vita, anziana e malata, passò la gestione del Festival all'unico figlio maschio, Siegfried, anch'egli compositore e direttore d'orchestra. Morì nel 1930 all'età di 92 anni, e venne sepolta nel giardino della villa di famiglia, ''Haus [[Wahnfried]]'', accanto a Wagner.