Denuncia: differenze tra le versioni

1 609 byte aggiunti ,  5 anni fa
nessun oggetto della modifica
(151 cp ha spostato la pagina Denuncia a Denuncia (ordinamento penale italiano))
 
Nessun oggetto della modifica
La '''denuncia''', in [[diritto]], è una dichiarazione in cui si comunicano ad un [[ente pubblico]], un'[[amministrazione pubblica]] oppure un altro soggetto istituzionale, circostanze, [[Fatto giuridico|fatti]] o altri elementi che il destinatario è legittimato a ricevere.
#RINVIA [[Denuncia (ordinamento penale italiano)]]
 
I campi in cui si riscontrano frequenti denunce sono il [[diritto penale]] ([[Iscrizione della notizia di reato|notitia criminis]]), il [[diritto tributario]] (denuncia di redditi) e il [[diritto amministrativo]] (come l'[[edilizia]]).
 
== Nel mondo ==
=== Italia ===
== Contenuto e caratteristiche ==
Il contenuto della denuncia, cioè ciò che il denunciante porta a conoscenza dell'amministrazione competente, ha in genere [[diritto pubblico|pubblica rilevanza]] od ottempera a prescrizioni emanate per il pubblico interesse, la [[pubblica sicurezza]] o l'[[ordine pubblico]]; è il caso della [[denuncia di inizio attività in edilizia]] e della [[denuncia di nuova opera]].
 
La denuncia però ha anche rilevanza nel [[diritto privato]], come ad esempio nel caso della denuncia di un [[sinistro]] automobilistico che si inoltra a una compagnia di [[assicurazione]] e della [[Denuncia di danno temuto]]. Per talune fattispecie la denuncia è obbligatoria, mentre in alcuni casi la presentazione di una denuncia è requisito necessario per un procedimento di interesse del denunciante.
 
Un'ulteriore ipotesi è contemplata dall'ordinamento penale: in tal caso, la [[denuncia (ordinamento penale italiano)|denuncia]] è presentata da pubblici ufficiali o incaricati di un pubblico servizio (art. 331 c.p.p.) o da parte di privati (art. 333 c.p.p.).
 
[[Categoria:Diritto italiano]]
186 173

contributi