Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
Il successo cinematografico non impedì a Ferrer di trascurare il palcoscenico e di passare anche alla regia teatrale. In quest'ultima veste, l'attore vinse quattro [[Tony Award]], di cui uno per il dramma ''The Shrike'', da cui trasse il film ''[[La figlia di Caino]]'' ([[1955]]), con il quale debuttò come regista cinematografico<ref name="PA"/>, cui seguirono altre direzioni per il grande schermo, fra le quali ''[[L'affare Dreyfus (film)|L'affare Dreyfus]]'' ([[1958]]), ''[[L'alto prezzo dell'amore]]'' ([[1958]]), ''[[Ritorno a Peyton Place (film)|Ritorno a Peyton Place]]'' ([[1961]])<ref name="BE"/>.
 
Attivo fino agli [[anni 1980|anni ottanta]], lavorò sotto ls guida di grandi registi: apparve in ''[[Fedora]]'' ([[1978]]) di [[Billy Wilder]] e in ''[[CommediaUna Sexycommedia sexy in una notte di mezza estate]]'' di [[Woody Allen]], nella commedia ''[[Essere o non essere (film)|Essere o non essere]]'' ([[1983]]) accanto a [[Mel Brooks]], e nel fantascientifico ''[[Dune (film)|Dune]]'' ([[1984]]) di [[David Lynch]]<ref name="BE"/>.
 
È stato sposato quattro volte: dal [[1938]] al [[1948]] con l'attrice [[Uta Hagen]] da cui ebbe una figlia, Leticia, nata nel [[1940]]; dal [[1948]] al [[1953]] con l'attrice [[Phyllis Hill]]; dal [[1953]] al [[1967]] con l'attrice e cantante [[Stati Uniti d'America|statunitense]] [[Rosemary Clooney]], dalla quale ebbe due figli: [[Rafael Ferrer|Rafael]] e [[Miguel Ferrer|Miguel]], ambedue attori; dal [[1977]] fino alla morte con Stella Daphne Magee.
Utente anonimo