Apri il menu principale

Modifiche

m
Corretto: "furono"
 
==== Area Popolare ====
Era la componente [[cristianesimo democratico|popolare e cattolica democratica]] di DL-La Margherita, riorganizzatasi nel settembre 2006, che s'incardinava nell'Associazione "I Popolari" (vedi), erede del disciolto Ppi. I padri nobili erano [[Franco Marini]] (considerato il vero "nume tutelare" del gruppo), presidente del Senato, e [[Pierluigi Castagnetti]], vicepresidente della Camera dei deputati, entrambi già segretari popolari. I loro eredi furono stati indicati in [[Dario Franceschini]], [[Giuseppe Fioroni]] ed [[Enrico Letta]]. Furono associati a tale tendenza pure [[Rosy Bindi]], [[Lapo Pistelli]], come vicepresidente dell'[[Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa|ALDE]]. [[Ciriaco De Mita]], ex presidente del consiglio, ne fecero parte su posizioni critiche. I popolari credevano nel progetto del Partito Democratico, purché rappresentasse una vera novità nel panorama politico italiano e rispettasse le grandi tradizioni politiche che ne avrebbero fatto parte. Riguardo alla collocazione europea del Pd, i popolari erano assolutamente contrari al suo eventuale ingresso nel [[Partito del Socialismo Europeo]], come caldeggiato dai [[Democratici di Sinistra]] e dagli "''ulivisti''". Ampi settori della [[Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori|CISL]] afferivano a questa tendenza interna. Secondo i dati diffusi sulla stampa nazionale, la componente popolare raccoglieva nei congressi provinciali tra il 60% e il 65% degli iscritti{{citazione necessaria}}.
 
All'interno della componente cattolico-popolare trovavano spazio le seguenti tendenze:
20 273

contributi