Differenze tra le versioni di "Intossicazione da monossido di carbonio"

m
italiano, punteggiatura e lessico
m (→‎top: Bot: Correggo errori comuni)
m (italiano, punteggiatura e lessico)
Il monossido di carbonio è una [[emotossina]] perché legandosi saldamente allo [[ione]] del [[ferro]] nell'[[emoglobina]] del sangue forma un complesso 205 volte più stabile di quello formato dall'ossigeno. La formazione di questo complesso fa sì che l'emoglobina sia stabilizzata nella forma di [[carbossiemoglobina]] (COHb) che, per le sue proprietà [[regolazione allosterica|allosteriche]], rilascia più difficilmente ossigeno ai tessuti. L'intossicazione da monossido di carbonio conduce a uno stato di incoscienza (il cervello riceve via via meno ossigeno) e quindi alla morte per [[anossia]].
 
Il monossido di carbonio si lega più saldamente all'emoglobina, rispetto all'ossigeno, pera viacausa della struttura dei suoi orbitali molecolari: infatti, a differenza dell'ossigeno, non solo cede un [[Doppietto elettronico|doppietto di elettroni]] al ferro, ma ha anche due orbitali π liberi che possono ricevere ulteriori elettroni dagli orbitali ''d'' del ferro, stabilizzando ulteriormente il complesso.
 
Sempre a causa della sua alta affinità per il ferro, svolge un ruolo tossico all'interno dei [[Mitocondrio|mitocondri]]: il monossido di carbonio si complessa con i [[citocromi]] della [[catena di trasporto degli elettroni]] perché questi contengono l'[[eme]] come [[gruppo prostetico]] (ipossia citotossica).
2 678

contributi