Differenze tra le versioni di "Albert Fish"

m
Diversi psichiatri affermarono il [[feticismo]] sessuale di Fish, includendo [[coprofilia]], [[urofilia]], [[pedofilia]] e [[masochismo]], ma ci furono disaccordi sul fatto che quelle attività significassero oppure no che l'uomo era infermo di mente. Il capo testimone della difesa fu [[Fredric Wertham]], uno psichiatra specializzato nello sviluppo dei bambini che condusse esami psichiatrici per le corti criminali di New York; Fish gli raccontò con freddezza tutti i suoi crimini e le sue perversioni sessuali; in seguito Wertham dichiarò che Fish era insano di mente. Un altro testimone della difesa era Mary Nicholas, la figliastra diciassettenne di Fish. La ragazza descrisse come Fish insegnò a lei e ai suoi fratelli e sorelle un "gioco" implicando masochismo e molestie a minori.
 
"Lui andò nella sua camera e aveva un piccolo paio di calzoncini, calzoncini marroni, che indossò. Indossò quei cosìcosi e venne fuori davanti alla stanza, e si mise sulle ginocchia e sulle mani, e aveva un pennello con il quale mescolava la pittura. ... Lui voleva dare il bastoncino ad ognuno di noi, e poi lui andava sulle sue mani e sulle sue ginocchia e noi dovevamo sederci sulla sua schiena, uno alla volta, con la nostra schiena rivolta verso di lui, e poi dovevamo alzare su molte dita, e lui doveva dire quante dita avevamo alzato, e se lui indovinava, cosa che non ha mai fatto, perché?, noi non dovevamo colpirlo. A volte, lui diceva anche più dita di quelle che noi avevamo veramente. E se lui non indovinava mai, perché?, avremmo dovuto colpirlo tante volte quante dita avevamo alzato".
 
La giuria lo giudicò sano di mente e colpevole ed il giudice espresse la sentenza di morte.