Differenze tra le versioni di "Villino Rudinì"

nessun oggetto della modifica
(Inserimento Template 'Edificio Civile')
 
Esternamente, il villino mantiene l'impianto dell'architettura monumentale post-risorgimentale, ispirata alla rivisitazione di un'architettura genericamente classica, ed in particolare rinascimentale; su tale impianto si innesta tuttavia una decorazione ispirata alla modernità, ed in particolare al Liberty.
[[File:VillinoRudiniRomaFregio.jpg|thumb|left|Il fregio dell'attico]]
 
Un rivestimento a bugnato avvolge l'edificio fino al primo piano; cornici marcapiano e bugnato delimitano verticalmente ed orizzontalmente i piani superiori. L'influsso del [[Stile Liberty|Liberty]] emerge nel disegno squadrato delle bifore dell'attico e negli elementi decorativi dello stesso, soprattutto nel fregio che si svolge per tutto il perimetro dell'edificio. Anche gli elementi decorativi delle cornici delle finestre, del portico, dell'inferriata e della cancellata esterna, questi ultimi sia metallici che lapidei, rimandano agli stilemi floreali dell'[[Art nouveau]].
 
Internamente, i vani si articolano intorno ad un cortile centrale chiuso da un lucernario.
[[File:VillinoRudiniRomaFregio.jpg|thumb|left|Il fregio dell'attico]]
L'edificio è oggi sede della cancelleria e della sezione consolare dell'ambasciata del [[Giappone]] presso lo Stato italiano.
 
2 803

contributi