Differenze tra le versioni di "Katjuša (lanciarazzi)"

nessun oggetto della modifica
|Ref =La Voix della Russie<ref>{{Cita web|url=http://french.ruvr.ru/radio_broadcast/15998174/16457100.html|titolo=Armes russes → « Katioucha »|accesso=12 febbraio 2013}}</ref>
}}
'''Katjuša''' o '''Katiuscia''' è il nome confidenziale del [[arma|sistema d'arma]] '''RS-132''', acronimo di '''Reaktnivnyj Snarjad 132''' (in [[Lingualingua russa|russo]] ''Катюша''), ancheРеактивный Снаряд'''Katiuscia. ''razzo autopropellente''), è un [[lanciarazzi]] [[unione Sovietica|sovietico]] della [[seconda guerra mondiale]], prevalentemente installato prevalentemente su [[autocarro|autocarri]] progettato da un gruppo di scienziati capeggiato da [[Georgij Ėrichovič Langemak|Georgij Langemak]].
 
== Descrizione ==
Il progetto dei razzi di quest'arma si deve ad un gruppo di scienziati guidati da [[Georgi Langemak]]. I razzi del sistema BM-13, chiamati '''RS-132''' (RS sta per Реактивный Снаряд, Reaktnivnyj Snarjad = razzo autopropellente) erano alti circa 1,8 metri, del diametro di 132&nbsp;mm e di 42&nbsp;kg di peso. Il lancio avveniva per mezzo di un propulsore solido a base di nitrocellulosa disposta nel motore in [[acciaio]] del razzo. Il razzo era stabilizzato da alettoni incrociati in latta d'acciaio. L'[[ogiva]] esplosiva, con possibilità di predisporla con capacità di penetrazione o frammentazione, era di un peso di 22&nbsp;kg. Il raggio d'azione arrivava fino agli 8,5&nbsp;km.
 
Queste macchine assunsero il nomignolo, non ufficiale ma immediatamente diffusosi nell'[[Armata Rossa]], dal titolo di una canzone popolare in auge durante la [[Fronte Orientale (seconda guerra mondiale)|Grandegrande guerra Patriotticapatriottica]]:, ''[[Katjuša (brano musicale)|Katjuša]]''. Essa narrava di una ragazza che si strugge di nostalgia per il suo amore lontano, partito per il servizio militare.
Essa narrava di una ragazza che si strugge di nostalgia per il suo amore lontano, partito per il servizio militare.
 
Il sistema d'arma era anche conosciuto come «l'"''[[Organo (strumento musicale)|organo]] di [[Stalin]]''",» perchédal inome soldatidatogli dai [[Germania nazista|soldati tedeschi]] avevano l'uso di chiamarlo a questo modo, per via del rumore dei razzi in partenza.
 
I razzi Katyusha furono montati su diverse piattaforme in combattimento, come [[autocarro|autocarri]] (i più usati erano gli [[ZiS-5]] e 6, Ford, [[Studebaker US6|Studebaker]] e Chevrolet), scafi di [[carro armato|carri armati]] obsoleti (soprattutto i [[T-60]]), o come piattaforma mobile trainata per mezzo di [[Trattore d'artiglieria|trattori da artiglieria]] (come l'[[STZ-5]]). È stato registrato un uso dei razzi anche su imbarcazioni [[fiume|fluviali]], [[nave da battaglia|navi da guerra]] e [[aeroplano|aerei]]: in quest'ultimo caso, il primo utilizzo risale addirittura agli incidenti di confine tra [[Unione Sovietica|URSS]] e [[Giappone]] alla [[battaglia di Khalkhin Gol|Khalkhin Gol]] nel [[1939]].
Lo sviluppo dei lanciarazzi '''BM-8''' e '''BM-13''' dotati di razzi Katyusha nacque dall'esigenza di opporre una risposta ferma al [[Nebelwerfer]] e al [[Panzerwerfer]] tedeschi, che stavano di fatto dimostrando l'efficacia dello sbarramento da parte di potenti lanciarazzi lungo le direttrici di movimento delle linee nemiche.
 
Gli studi sull'artiglieria sovietica cominciarono nel [[1938]] e i primi BM-8 da 82mm videro approvato il loro ingresso in guerra il 21 giugno [[1941]]. Il battesimo del fuoco avvenne il 14 luglio seguente, quando una batteria sperimentale di sette lanciatori fu utilizzata contro l'esercito tedesco a Rudnja, in [[Russia]] al comando del capitano Flerov. I primi otto reggimenti di Katjuša (36 lanciarazzi per ogni reggimento) furono creati in data 8 agosto dello stesso anno. Più di 1800 lanciarazzi furono costruiti fino alla fine della [[Seconda guerra mondiale]].
Il battesimo del fuoco avvenne il 14 luglio seguente, quando una batteria sperimentale di sette lanciatori fu utilizzata contro l'esercito tedesco a Rudnja, in [[Russia]] al comando del capitano Flerov. I primi otto reggimenti di Katjuša (36 lanciarazzi per ogni reggimento) furono creati in data 8 agosto dello stesso anno. Più di 1800 lanciarazzi furono costruiti fino alla fine della [[Seconda guerra mondiale]].
 
La velocità di lancio, il suono dei razzi in partenza e la sua capacità di colpire una vasta area resero questo sistema d'arma il più psicologicamente efficace tra quelli dell'arsenale sovietico.<ref>{{cita libro |autore = [[Antony Beevor]]|curatore = Maurizio Pagliano|traduttore = Sergio Mancini | titolo= Stalingrado| anno=2001 | editore= Rizzoli| città=Milano|p=174|ISBN = 9788817258760 }}</ref>
 
Dopo la Seconda guerra mondiale, il nomignolo Katyusha''Katjuša'' ha continuato ad essere usato impropriamente anche per i lanciarazzi più moderni come il [[BM-21]].
 
== Tabella riassuntiva ==