Differenze tra le versioni di "18D/Perrine-Mrkos"

LinkFontiComete
m (→‎Collegamenti esterni: Bot: fix errore cita web)
(LinkFontiComete)
|immagine=
|scoperta_autori=[[Charles Dillon Perrine]] e [[Antonín Mrkos]]
|data=9 dicembre [[1896]]
|designazioni_alternative=1896 X1; 1896 VII;<br />1896g; 1909 P1;<br />1909 III; 1909b;<br />1955 U1; 1955 VII;<br />1955i; 1962 I;<br />1961h; 1968 VIII;<br />1968h
|epoca=3 settembre [[2002]]
|semiasse_maggiore=3,5705 [[Unità Astronomicaastronomica|UA]]
|perielio=1,2872 UA
|afelio=5,8537 UA
|periodo_orbitale=6,75 [[anno giuliano|anni]]
|inclinazione_orbita=17,864°
|ultimo_perielio=10 settembre [[2002]] (non osservato)
|prossimo_perielio=perduta
}}
 
La '''Cometa Perrine-Mrkos''', formalmente '''18D/Perrine-Mrkos''', è una [[cometa periodica]] del [[Sistema solare]], appartenente alla [[famiglia delle comete gioviane]]<ref>{{cita web|lingua=en|titolo=List of Jupiter-Family and Halley-Family Comets
|url=http://www.physics.ucf.edu/~yfernandez/cometlist.html#jf|accesso=7 settembre 2008}}</ref>. È stata scoperta dall'[[astronomo]] statunitense ed argentino [[Charles Dillon Perrine]] il 9 dicembre 1896, dal ''[[Osservatorio Lick|Lick Observatory]]'' in [[California]].
|accesso=07-09-2008}}</ref>. È stata scoperta dall'[[astronomo]] statunitense ed argentino [[Charles Dillon Perrine]] il 9 dicembre [[1896]], dal ''[[Osservatorio Lick|Lick Observatory]]'' in [[California]].
 
Fu considerata [[Cometa perduta|perduta]] dopo la sua apparizione del [[1909]], ma fu riscoperta dall'astronomo ceco [[Antonín Mrkos]] il 19 ottobre [[1955]] dall'[[Osservatorio astronomico di Skalnaté Pleso]] in [[Slovacchia]], ed in seguito confermata come la 18D da [[Leland E. Cunningham]], dall'Osservatorio astronomico di Leuschner, a [[Berkeley]], in [[California]].
 
La cometa fu vista in ultimo nel [[1969]], non fu osservata infatti nel passaggio successivo, previsto per il [[1975]], e nei seguenti, ed oggi è considerata una [[cometa perduta]].
 
== Note ==
 
== Collegamenti esterni ==
{{LinkFontiComete}}
* {{cita web|http://cometography.com/pcomets/018d.html|La cometa Perrine-Mrkos sul: ''Kronk's Cometography''}}
 
* {{cita web|http://jcometobs.web.fc2.com/pcmtn/0018d.htm|La cometa Perrine-Mrkos sul sito di Kazuo Kinoshita}}
* {{cita web|http://www.aerith.net/comet/catalog/0018D/index.html|La cometa Perrine-Mrkos sul catalogo di comete di Seiichi Yoshida}}
* {{cita web|url=http://ssd.jpl.nasa.gov/sbdb.cgi?sstr=18D%2FPerrine-Mrkos;orb=0;cov=0;log=0i#top|titolo=La cometa Perrine-Mrkos sul: ''JPL Small-Body Database Browser''}}
{{Portale|sistema solare}}