Differenze tra le versioni di "Romano Baratta"

punteggiatura
m (Bot: Markup immagini, accessibilità)
(punteggiatura)
Per Romano Baratta la luce è manifestazione pura della luce che diviene oggetto e soggetto dell’intervento artistico come forma d’[[arte contemporanea]]<ref name="intervista"/>. La sua ricerca si basa sull’interazione e lo sviluppo dei nuovi linguaggi e sull’evoluzione dell’illuminazione negli ambienti.
 
Le prime installazioni di luce sono datate [[2005]], ma la prima in assoluto è del [[2001]]<ref name="falsesunset"/>., con la quale inizia una intesa ricerca sulla natura della luce e della sua interazione con i materiali e le persone, mentre le sue prime mostre risalgono alla fine degli anni '90.
 
Nel [[2015]] realizza quello che è definito il suo capolavoro<ref name="poesialuce">[http://letteremeridiane.blogspot.it/2017/05/la-poesia-di-luce-di-romano-baratta.html La poesia di luce di Romano Baratta] ] Lettere Meridiane, 4 maggio 2017</ref>: il False Sunset. È stato definito un ''«lavoro davvero emozionante»''<ref name="falsesunset"> [http://www.luxemozione.com/2016/10/false-sunset-tramonto-impossibile-giulianova.html False Sunset. Un tramonto impossibile] ] Luxemozione, 24 ottobre 2016</ref>, che consiste nel ricreare il riflesso solare del tramonto identico a quello reale dove però non è possibile, ovvero, sulle coste del Mare Adriatico, dove il sole sorge. Il tramonto impossibile è stato eseguito sulla facciata dell'antico lido di [[Giulianova]] il Kursaal, ora sede di eventi culturali, mediante accurati e approfonditi studi sulle dinamiche, posizioni e cromie solari del luogo con diagrammi solari e studi in loco in modo da essere perfettamente in linea con il vero tramonto visibile sul mar Tirreno<ref name="falsesunset"/>.
69

contributi