Differenze tra le versioni di "Architettura romana"

nessun oggetto della modifica
(LiveRC : Annullate le modifiche di 93.36.187.108 (discussione), riportata alla versione precedente di Epìdosis)
[[File:Lawrence Alma-Tadema 05.jpeg|thumb|left|Un architetto alle prese con la costruzione di un edificio romano, da un dipinto di [[Lawrence Alma-Tadema]] ([[1877]]).]]{{F|storia dell'architettura|febbraio 2013}}
{{Archstoria}}
I [[Civiltà romana|Romani]] adottarono il linguaggio esteriore dell'[[architettura greca]], adattandolo ai propri scopi. La loro visione dello spazio era tuttavia radicalmente diversa da quella propria dei [[Greci]] e le forme architettoniche riflettono appieno queste differenze.
La differenza principale è di carattere politico-sociale: la struttura greca era formata da una moltitudine di [[città-stato]], spesso in conflitto tra loro; i Romani, invece, conquistavano i territori e li soggiogavano con il loro potere, per questo necessitavano di una serie di strutture pubbliche e di controllo (come le efficientissime [[strade romane]] o gli [[acquedotto|acquedotti]]).
 
== Età imperiale ==
[[File:Lawrence Alma-Tadema 05.jpeg|thumb|left|Un architetto alle prese con la costruzione di un edificio romano, da un dipinto di [[Lawrence Alma-Tadema]] ([[1877]]).]]
 
In [[Impero romano|età imperiale]] si sviluppano edifici con vasti ambienti coperti da volte e archi sorretti da pilastri che rimpiazzano le dense linee di sostegni sorreggenti architravi rettilinei.
{{architettura romana}}
{{arte romana}}
{{Storia dell'architettura occidentale}}
{{Portale|Antica Roma|architettura}}
 
17 638

contributi