Differenze tra le versioni di "Oder"

21 byte aggiunti ,  3 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nell'alto medioevo le terre bagnate dal fiume erano abitate esclusivamente da popoli di ceppo slavo. Nell'area la potenza egemone era la Polonia dei [[Piast]], che fu successivamente respinta dalla colonizzazione germanica basso medievale, fino a che l'Oder non divenne che il confine convenzionale tra Germania Centrale e Orientale. Solo alcune popolazioni residuali di lingua slava, come i [[Sorbi (gruppo etnico)|Sorabi]], rimasero a testimoniare la recente germanizzazione.
 
Negli ultimi mesi della [[seconda guerra mondiale]] il fiume fu l'estremo baluardo difensivo della [[Germania nazista]] contro le forze sovietiche, in quanto unica barriera naturale contro un'invasione del cuore della Germania e della capitale. Con la sconfitta tedesca, il confine con la Polonia fu [[Linea[[Confine Oder-Neißetra la Germania e la Polonia|riportato sul fiume]] come non accadeva da un migliaio d'anni, con conseguente ripopolamento della riva destra del fiume con i [[Cambiamenti territoriali della Polonia dopo la seconda guerra mondiale|profughi delle regioni orientali polacche]] passate all'[[Unione Sovietica]].
Nel [[1990]], contestualmente alla [[riunificazione tedesca]], il confine venne riconosciuto come immodificabile in un trattato tedesco-polacco<ref name="treccani">{{cita web|url=http://www.treccani.it/enciclopedia/oder/|titolo=Oder|editore=Treccani|accesso=30 settembre 2017}}</ref>.
 
39 002

contributi