Differenze tra le versioni di "Campionato mondiale di Formula 1 2017"

 
Negli ultimi giri Ricciardo non impensierisce Lewis Hamilton, che vince per la sessantesima volta nel mondiale. La gara è interrotta dopo 58 dei 61 giri previsti per il raggiungimento delle due ore di gara. Carlos Sainz Jr. ottiene, col quarto posto, la sua miglior prestazione in F1.
 
=== Gran Premio della Malesia ===
{{Vedi anche|Gran Premio della Malesia 2017}}
Nel giro di allineamento [[Kimi Räikkönen]] è vittima di un problema tecnico. La vettura viene portata allo stallo di partenza ma, poco prima del via, torna ai box, trasportata dai meccanici. Il finlandese non prende parte alla gara. Tutti i piloti partono con gomme ''supersoft'', tranne [[Sebastian Vettel]] e le due [[Sauber]], che usano le ''soft''.
 
Al via [[Lewis Hamilton]] è primo, mentre il suo compagno di scuderia, [[Valtteri Bottas]] attacca le due [[Red Bull Racing]], e riesce a posizionarsi terzo, dietro a [[Max Verstappen]], ma davanti a [[Daniel Ricciardo]]. A seguire ci sono [[Stoffel Vandoorne]], le due [[Force India]] e le due [[Williams F1|Williams]]. Al termine del primo giro Vettel, che è partito ultimo, è già tredicesimo. Al secondo giro [[Esteban Ocon]] effettua subito la sosta.
 
Verstappen attacca Hamilton al terzo giro, e lo passa alla prima curva, prendendosi così la prima posizione. All'ottavo giro [[Sergio Pérez (pilota automobilistico)|Sergio Pérez]] prende la quinta piazza a Vandoorne, mentre, un giro dopo, anche l'altro pilota della Red Bull, Ricciardo passa il suo diretto concorrente della Mercedes, Bottas, e sale terzo.
 
Tra il settimo e il tredicesimo giro Vettel scala fino alla sesta posizione, dopo aver passato [[Fernando Alonso]] e [[Kevin Magnussen]], e aver goduto delle soste delle due Williams e di Vandoorne. Il belga, al momento del rientro in pista, si trova in mezzo alla battaglia delle due Williams, e riesce a stare davanti a entrambi i piloti della scuderia britannica, con [[Lance Stroll]] che passa [[Felipe Massa]].
 
Al ventunesimo giro Vettel passa anche Pérez, ed è quinto. Dietro al messicano si trovano Alonso, Sainz, Ocon e Vandoorne. Al giro 25 c'è un contatto tra Sainz e Ocon alla prima curva, ma entrambi possono proseguire. Un giro dopo c'è il ''pit stop'' di [[Lewis Hamilton]], a cui segue, dopo un giro, quello di [[Max Verstappen]] e di [[Sebastian Vettel]]. Daniel Ricciardo si trova al comando, davanti a Verstappen, poi le due Mercedes, Pérez e Vettel.
 
L'australiano si ferma al giro 28, seguito, al giro 29, da Bottas. [[Sergio Pérez (pilota automobilistico)|Sergio Pérez]] si ferma solo al giro 31. La classifica viene rivista, con Verstappen che torna primo, davanti a Hamilton e allo stesso Ricciardo. [[Valtteri Bottas]] rientra in pista quinto, davanti a Pérez, ma alle spalle di [[Sebastian Vettel]]. Il tedesco della [[Scuderia Ferrari]], sfruttando le gomme ''supersoft'', si avvicina a Ricciardo, e tenta un sorpasso al cinquantesimo giro, ma senza successo.
 
Nei giri finali il ferrarista non riesce più ad avvicinarsi al pilota della Red Bull, e la classifica rimane invariata. [[Max Verstappen]] vince per la seconda volta nel mondiale, davanti a [[Lewis Hamilton]] e a [[Daniel Ricciardo]].
 
== Risultati ==
Utente anonimo