Differenze tra le versioni di "Marco Giunio Silano (console 15)"

nessun oggetto della modifica
m (Bot: sistemo immagini piccole per accessibilità (v. richiesta))
{{Magistrato romano
| nome = Marco Giunio Silano
| titolo = [[Console (storia romana)|Console]] dell'[[Impero romano]]
| immagine =
| legenda =
| altrititoli =
| nome completo = ''Marcus Iunius Silanus''
| padre = [[Gaio Giunio Silano]]
| madre =
| coniuge 1 =
| coniuge 2 =
| figli = [[Giunia Claudia]]
| Gens = [[Gens Iunia|GiuniaIunia]]
| data di nascita = [[26 a.C.]]
| luogo di nascita =
| data di morte = [[37]]
| luogo di morte =
| questura =
| edilità =
| pretura =
| propretura =
| consolato = suffetto nel [[15]] (''suffectus'')
| proconsolato =
|}}
{{Bio
|Nome = Marco Giunio Silano
|Cognome = Giunio Silano
|PreData = {{latino|Marcus Iunius Silanus}}
|Sesso = M
|GiornoMeseMorte =
|AnnoMorte = 37
|NoteMorte = <ref name="Barrett76">{{cita|Barrett 1998|pagp. 76}}.</ref>
|Attività = politico
|Attività2 = militare
 
== Origini familiari ==
Silano era nipote di [[Marco Giunio Silano (console 25 a.C.)|Marco Giunio Silano]], console nel [[25 a.C.]], e figlio di un Gaio Giunio Silano; aveva due fratelli e una sorella: Decimo Giunio Silano, [[Gaio Giunio Silano]], console nel [[10]], e Giunia Torquata.<ref name="Oxford767">{{cita|Hornblower, Spawforth, Eidinow 2012|pagp. 767}}.</ref> Il fratello Decimo era un senatore condannato all'esilio durante il regno di [[Augusto]] per una relazione con [[Giulia minore (nipote di Augusto)|Vipsania Giulia]], nipote dell'[[Imperatore romano|imperatore]],<ref name="Barrett32">{{cita|Barrett 1998|pagp. 32}}.</ref> e fu il padre adottivo di [[Decimo Giunio Silano Getulico]].<ref>{{cita|Syme 1989|pagp. 194}}.</ref> Il fratello Gaio era invece padre di [[Appio Giunio Silano]], console nel [[28]], marito di [[Domizia Lepida]].<ref name="Oxford767" /> Marco ebbe una figlia, [[Giunia Claudia]], che fu la prima moglie di [[Caligola|Gaio Cesare "Caligola"]].<ref name="Barrett32" />
 
== Biografia ==
Gli storici antichi considerano Silano un uomo molto rispettabile. Nel [[15]], durante il [[Principato (storia romana)|principato]] di [[Tiberio]], venne nominato [[Console (storia romana)|console]] suffetto''suffectus''.<ref name=Barrett32 /> Il secondo imperatore lo teneva molto in considerazione, infatti se qualcuno criticava una decisione giuridica di Silano, Tiberio la respingeva sempre.<ref>{{cita|Barrett 1998|pagp. 32}}; {{cita|Ferrill 1996|pagp. 86}}.</ref> Inoltre Silano aveva l'onore di votare per primo in [[Senato romano|Senato]]<ref name="Barrett76" /> e riuscì, grazie alla sua influenza sull'imperatore, a far tornare il fratello Decimo dall'esilio.<ref name="Barrett32" />
 
Nel [[33]] la figlia Claudia sposò [[Caligola]].<ref>{{cita|Barrett 1998|pagp. 32}}; {{cita|Garzetti 1974|pagp. 73}}.</ref> Lei morì nel [[36]]<ref>{{cita|Ferrill 1996|pagp. 106}}.</ref> o all'inizio deldell'anno [[37]]successivo,<ref>{{cita|Garzetti 1974|pagp. 86}}.</ref> ma Silano continuò a trattare Caligola come se fosse suo figlio.<ref>{{cita|Filone, ''De Legatione ad Gaium''|IX, 65}}.</ref> Alla fine del [[37]], però, Caligola lo fece giustiziare per ragioni poco chiare. [[Gaio Svetonio Tranquillo|Svetonio]] dice che fu a causa di un complotto<ref>{{cita|Svetonio, ''Vite dei Cesari''|''Gaio Cesare'', XXIII}}.</ref> mentre altri dicono che semplicemente lo infastidiva.<ref>{{cita|Filone, ''De Legatione ad Gaium''|IX, 65}}; {{cita|Barrett 1998|pagp. 76}}.</ref>
 
== Note ==
== Bibliografia ==
;Fonti primarie
* {{Cita libro|autore=[[Filone di Alessandria|Filone]]|titolo=De Legatione ad Gaium|cid=Filone, ''De Legatione ad Gaium''|lingua=la}} ({{en}} [http://www.earlychristianwritings.com/yonge/book40.html De Legatione ad Gaium] — traduzione in inglese di Charles D. Yonge).
* {{Cita libro|autore=[[Gaio Svetonio Tranquillo|Svetonio]]|titolo=De Vita Caesarum|pagine=libri I-II-III-IV|url=http://la.wikisource.org/wiki/De_vita_Caesarum_libri_VIII|cid=Svetonio, ''Vite dei Cesari''|lingua=la}} {{simbolo|Wikisource-logo.svg|15}}
** {{it}} [http://www.progettovidio.it/svetonioopere.asp De vita Caesarum] — traduzione in italiano di Progettovidio;
** {{en}} [http://penelope.uchicago.edu/Thayer/E/Roman/Texts/Suetonius/12Caesars/home.html De vita Caesarum] — testo latino, traduzione in inglese su [[LacusCurtius]].
 
;Fonti storiografiche moderne
* {{Cita libro|autore=Anthony Barrett|titolo=Caligula: The Corruption of Power|editore=Yale University Press|anno=1998|isbn=978-03-0007-429-1|cid=Barrett 1998}}
* {{Cita libro|autore=Arther Ferrill|titolo=Caligola. Imperatore di Roma|città=[[Torino]]|editore=[[Società Editrice Internazionale|SEI]]|anno=1996|isbn=88-05-05599-9|cid=Ferrill 1996}}
{{Portale|antica Roma|biografie}}
 
[[Categoria:Nati nel 26 a.C.Caligola]]
[[Categoria:Consoli imperiali romani|Giunio Silano, Marco]]
14 638

contributi