Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
La '''Convenzione Internazionale sui Diritti Civili e Politici''' (meglio noto come Patto internazionale sui diritti civili e politici), è un [[trattato internazionale|trattato]] delle [[Nazioni Unite]] nato dall'esperienza della ''[[Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo]]'', adottato nel [[1966]] ed entrato in vigore il 23 marzo del [[1976]]. Le nazioni firmatarie sono tenute a rispettarla.
 
La Convenzione Internazionale sui Diritti Civili e Politici vieneveniva monitorata daldalla [[ComitatoCommissione per i Diritti Umani]] (oggi dal [[Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite]]) che esamina periodicamente relazioni inviate dagli Stati membri riguardanti la loro osservanza del trattato. I 18 membri del Comitato vengono eletti dagli Stati membri delle [[Nazioni unite]], ma non rappresentano alcuno Stato. La Convenzione contiene due
"protocolli facoltativi". Il [http://www.ohchr.org/EN/ProfessionalInterest/Pages/OPCCPR1.aspx primo protocollo facoltativo] pone un regolamento per i reclami individuali in base al quale i singoli cittadini degli Stati membri possono sottoporre reclami, denominati ''comunicazioni'', all'attenzione del Comitato per i Diritti Umani.
Le decisioni del Comitato prese ai sensi del primo protocollo facoltativo hanno creato la più estesa e complessa giurisprudenza nel sistema ONU del diritti umani.
21 858

contributi