Metrica: differenze tra le versioni

23 byte aggiunti ,  5 anni fa
m
Annullate le modifiche di 151.55.58.184 (discussione), riportata alla versione precedente di Adalhard Waffe
Nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
m (Annullate le modifiche di 151.55.58.184 (discussione), riportata alla versione precedente di Adalhard Waffe)
{{nota disambigua|descrizione= la struttura musicale|titolo=Metro (musica)}}
{{S|metrica}}
La '''metrica''' è la struttura ritmica di un [[poesia|componimento poetico]], descritta attraverso la lunghezza, netipologia e accentuazione dei versi e del tipo di rime utilizzate: la [[critica letteraria]], analizzando una parte significativa della produzione poetica di una certa [[cultura]], stabilisce dei [[canone (arte)|canoni]], delle categorie ricorrenti e significative, che classificano la composizione dei versi e delle strofe. In [[linguistica]] lo studio dei metri e della versificazione viene detto [[prosodia]]. In senso più ampio la prosodia si occupa dello studio della struttura metrica dei componimenti poetici, estendendosi anche allo studio degli aspetti ritmici della prosa, sia formale che informale, con le sue variazioni da [[lingua (linguistica)|lingua]] a lingua e anche comparativamente tra stili e [[tradizioni]] poetiche differenti.
 
In [[lingua greca|greco]] ed in [[lingua latina|latino]] era fondata sulla quantità (brevità o lunghezza) delle sillabe ([[metrica quantitativa]]); nelle moderne lingue anglosassoni si basa su [[rima]] e alternanza degli accenti ([[metrica accentuativa]]); nelle [[lingue romanze]] su rime, accenti e numero delle sillabe.
50 297

contributi