Differenze tra le versioni di "Letteratura comparata"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  3 anni fa
nessun oggetto della modifica
(Mancava una fastidiosissima virgola dopo un inciso.)
È una forma di interrogazione dei testi nell'ambito del quale l'incontro con l'Altro, attraverso molteplici strategie rappresentative, si costituisce come principale motivo di interesse.
 
Gli studiosi e i [[docente|docenti]] di questo campo disciplinare, solitamente chiamati ''comparatisti'' conoscono di solito diverse lingue e hanno approfondito le tradizioni letterarie e i principali testi letterari di quelle lingue. I ''comparatisti'' operano spesso (negli [[Stati Uniti d'America|Stati Uniti]]) in programmi [[Università|universitari]] o dipartimenti di letteratura comparata (presso istituzioni universitarie provviste di tali programmi), per quanto molti studiosi formatisi nella comparatistica possano operare anche in altri dipartimenti correlati al loro campo di studi, come i dipartimenti dedicati a una specifica lingua (per esempio, dipartimenti di [[Letteratura francese|studi francesi]] o [[Letteratura italiana|studi italiani]]). In Italia i docenti di letterature comparate insegnano generalmente nelle [[Facoltà universitaria|facoltà]] di materie letterarie (siano esse lettere italiane o letterature straniere); i primi insegnamenti di comparatistica risalgono all'inizio degli [[anni 1980|annoanni ottanta]], e furono impartiti da [[Paola Mildonian]] a [[Venezia]] e [[Armando Gnisci]] a [[Roma]].
 
Prima degli [[anni 1960|anni sessanta]] l'ambito della letteratura comparata negli Stati Uniti era tipicamente circoscritto alle letterature dell'[[Europa occidentale]] e del [[Nordamerica]], per lo più limitatamente alle letterature in [[Lingua inglese|inglese]], [[Lingua francese|francese]] e [[Lingua tedesca|tedesco]], con occasionali incursioni nella letteratura italiana (principalmente per [[Dante Alighieri]]) e in quella [[letteratura spagnola|spagnola]] (dove ci si concentrava su [[Miguel de Cervantes|Cervantes]]). Un monumento a quell'approccio è il saggio ''Mimesis: il realismo nella letteratura occidentale'' di [[Erich Auerbach]], una ricapitolazione delle tecniche del [[realismo (letteratura)|realismo]] in testi di diverse letterature su un arco di duemila anni. Questo approccio è ancora prevalente negli insegnamenti di letteratura comparata in Italia.
Utente anonimo