Differenze tra le versioni di "Menadi"

3 byte rimossi ,  2 anni fa
m
Annullate le modifiche di 82.59.201.214 (discussione), riportata alla versione precedente di GuroneseDoc
m (Annullate le modifiche di 82.59.201.214 (discussione), riportata alla versione precedente di GuroneseDoc)
Le '''Menadi''' ({{lang-grc|μαινάς [-άδος, ἡ]}}), dette anche '''Baccanti''', '''Tiadi''' o '''Mimallonidi''', erano donne in preda alla frenesia estatica e invasate da [[Dioniso]], il dio della forza vitale; in realtà, più propriamente, le menadi erano le seguaci mitologiche del dio, mentre sono denominate "Baccanti" le donne che storicamente hanno venerato il dio.
 
== Mitologia pd ==
Il termine '''Menadi''' deriva da Menio, re di [[Orcomeno (Grecia Centrale)|Orcomeno]], città [[Beozia|beota]] vicino a [[Tebe (Grecia)|Tebe]]<ref>http://www.filitesi.it/archivio/Magnani.pdf</ref>.
Secondo il racconto contenuto ne ''[[Le metamorfosi (Antonino Liberale)|Le metamorfosi]]'' di [[Antonino Liberale]], le tre laboriose figlie di Menio (dette ''Menadi'') erano disinteressate al culto di [[Dioniso]]. Quest'ultimo, però, irritatosi, invase le sorelle e le condusse alla pazzia, all'infanticidio e all'[[omofagia]].
272 868

contributi