Differenze tra le versioni di "Massimiliano Camillo VIII Massimo, I principe di Arsoli"

Il principe Massimiliano, per il ruolo avuto, venne incaricato dal nuovo governo pontificio di accogliere in città papa [[Pio VII]], proveniente da [[Imola]], dopo il suo ritorno dall'esilio forzato a cui i napoleonici l'avevano costretto. Il nuovo papa lo nominò Maestro Generale delle Poste Pontificie ed egli trasferì la sede del suo ufficio direttamente presso la propria abitazione, il prestigioso [[Palazzo Massimo alle Colonne]], da cui per anni diresse l'attività dei corrieri pontifici.
 
Per ricompensarlo della propria fedeltà al papato e della buona amministrazione tenuta a favore della chiesa, con breve pontificio del 27 luglio [[1826]], papa [[Leone XII]] concesse a Massimiliano il titolo di principe sul feudo di [[Arsoli]], da pocosecoli acquisitoproprietà della casata.
 
Morì a [[Roma]] nel [[1840]].
142 063

contributi