115ª Squadriglia: differenze tra le versioni

m
Bot: i simboli corretti degli ordinali sono º e ª
Nessun oggetto della modifica
m (Bot: i simboli corretti degli ordinali sono º e ª)
|Ruolo=
|Dimensione=
|Struttura_di_comando=VII Gruppo (poi [[7°º Gruppo Autonomo Caccia Terrestre]])<br />XII Gruppo (poi [[12º Gruppo caccia]])<br />[[XV Gruppo]]<br />[[XIX Gruppo]]<br />XX Gruppo (poi [[20º Gruppo]]) poi Gruppo da Ricognizione Tattica e Strategica
|Guarnigione=[[Nove di Bassano]]<br />[[Villaverla]]<br />[[Campo di aviazione di San Pietro in Gu]]<br />San Luca di [[Padernello (Paese)]]<br />[[Fossalunga]]<br />[[Campoformido]]<br />[[Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale]]
|Descrizione_guarnigione=campo volo
 
== Storia ==
La nascita della '''115ª Squadriglia''' è il 17 agosto 1917 al campo volo di [[Arcade (Italia)]] al comando del Capitano Luigi Sella su SAML con motore [[Fiat A.12]] da 200 hp che il 23 agosto va con 2 Sezioni a [[Nove di Bassano]] nel VII Gruppo (poi [[7°º Gruppo Autonomo Caccia Terrestre]]) con altri 7 piloti e 5 osservatori e la 3^ª Sezione a [[Cavazzo Carnico]] che poi passerà alla [[113ª Squadriglia]].
Il 30 agosto le 2 Sezioni di Nove vanno a [[Villaverla]] ricevendo la Sezione della 113ª Squadriglia passando al XII Gruppo (poi [[12º Gruppo caccia]]) ma in settembre 2 Sezioni rientrano a Nove nel VII Gruppo.
Il 20 ottobre è nuovamente con 3 Sezioni a Villaverla e nella [[Battaglia di Caporetto]] svolge 20 bombardamenti, 43 ricognizioni e mitragliamenti con 7 morti.
Alla fine dell'anno dispone di 7 piloti e 8 osservatori ed il 18 gennaio 1918 5 caccia [[Phönix D.I]] attaccano il SAML del Sergente Ubaldo Lenzi e del Ten. Stefano Achenza che rientra colpito dopo averne colpito uno e l'asso [[Frank Linke-Crawford]] rivendica la 14^ vittoria.
Il 26 gennaio l'aereo del Cap. Ludovico Andreuzzi attaccato da 6 Albatros D.III rientra colpito con Kiss che rivendica la 19^ vittoria.
Il 1°º marzo opera per il Comando Truppe Altipiani con 3 aerei, 4 piloti e 4 osservatori ed il 18 marzo va a San Luca di [[Padernello (Paese)]] per l'8^ª Armata.
 
Il 1°º luglio il Maggiore Pascale dispone di altri 13 piloti e 5 osservatori quando dal 4 giugno iniziava a passare su 2 Pomilio PD e 4 [[Pomilio PE]].
Nelle prime 2 settimane di luglio riceve i [[SAML S.2]] della [[114ª Squadriglia]] e [[118ª Squadriglia]] cedendo i Pomilio operando per l'VIII Corpo d'Armata e XXVIII Corpo d'Armata.
Il 5 agosto va a [[Fossalunga]] con 10 piloti e 12 osservatori ed il 14 settembre il comando passa al Cap. Pietro Botta che dispone di 16 SAML, altri 8 piloti e 7 osservatori.
Dal 30 novembre entra nel [[XIX Gruppo]] e nel marzo 1919 va a [[Campoformido]] nel XX Gruppo (poi [[20º Gruppo]]).
Alla fine dell'anno il comando passa al Ten. Giuseppe Gennari operando per il Gruppo da Ricognizione Tattica e Strategica (ex XX Gruppo).
Il 1°º aprile 1921 il reparto va all'[[Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale]] [[Fausto Pesci]] passando poi sugli [[Ansaldo A.300]], [[IMAM Ro.1]], [[Ansaldo A.120]] e [[RO 37]] fino alla [[Seconda guerra mondiale]].<ref>I Reparti dell'aviazione italiana nella Grande Guerra, AM Ufficio Storico - Roberto Gentilli e Paolo Varriale, 1999 pagg. 320-323</ref>
 
== Bibliografia ==
3 379 460

contributi