Apri il menu principale

Modifiche

 
== Famiglia ==
Niccolò Piccinino appare essere sposato sin dal 1423 con Angelella di Celano sorella di [[Jacovella da Celano|Covella]] figlie del defunto conte Nicola e sorelle del defunto Pietro<ref>Il Piccinino vincola alcuni beni dotali tra cui i castelli di Pescina, Cocullo Gagliano ecc. v. Rodolfo Lanciani, ''Il patrimonio della famiglia Colonna al tempo di Martino V. (1417-1431)'', in R. Società Romana di storia patria, 1897, pp.396 e 399.</ref>, poste per volontà di [[papa Martino V]] sotto la tutela di suo fratello Giordano [[Colonna (famiglia)|Colonna]] principe di Salerno. Successivamente sposò Gabriella da Sesto che, accusata di adulterio, fece uccidere.<ref>Fabretti, p. 123</ref>
Suo figlio fu [[Jacopo Piccinino]] ([[1423]]-[[1465]]) che intraprese la carriera militare del padre.
 
Utente anonimo