Differenze tra le versioni di "Via del Corso (Roma)"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  2 anni fa
m (Bot: Wikipedia:Specificità dei wikilink e modifiche minori)
Su via del Corso si trovano un gran numero di palazzi gentilizi e chiese. Partendo da Piazza Venezia incontriamo il [[XVII secolo|seicentesco]] Palazzo Bonaparte, o Misciattelli, poi il [[barocco]] Palazzo Salviati, e Palazzo Odescalchi del [[XIX secolo]]. Quindi si incontra il Palazzo Doria con la [[Galleria Doria Pamphilj]] e [[Palazzo Marignoli (Roma)|Palazzo Marignoli]], fatto costruire dal marchese [[Filippo Marignoli]], [[Senato del Regno d'Italia |Senatore del Regno]], dopo il [[1878]]<ref>Guida d'Italia, ''Roma'', Touring Editore, nona edizione 1999, p. 252</ref>. Più avanti troviamo la [[Chiesa di San Marcello al Corso|chiesa di San Marcello]] e il [[Palazzo Sciarra Colonna]].
 
Lungo la strada si trova [[Piazza Colonna]], con la [[Galleria Alberto Sordi]] (ex ''Galleria Colonna''), edificata in luogo del demolito [[Palazzo Piombino]] agli inizi del [[XX secolo|Novecento]], il [[XVI secolo|cinquecentesco]] [[Palazzo Chigi]], [[Palazzo FerraioliFerrajoli]] e [[Palazzo Wedekind]]. Subito dopo, all'altezza di [[Via del Tritone]] è la chiesa di [[Santa Maria in Via]].
 
Altro edificio di interesse è [[Palazzo Ruspoli]], sede del Museo della Fondazione Memmo; poco più avanti è Largo Goldoni, dove [[Carlo Goldoni]] visse, all'incrocio con il lungo rettilineo [[Via dei Condotti]]-Via della Fontanella Borghese: la prima celebre strada conduce, tra boutique d'alta moda, a [[Piazza di Spagna]], la seconda termina in Piazza Borghese dov'è l'omonimo [[Palazzo Borghese|Palazzo]].
1 048

contributi