Differenze tra le versioni di "Via del Corso (Roma)"

Altro edificio di interesse è [[Palazzo Ruspoli]], sede del Museo della Fondazione Memmo; poco più avanti è Largo Goldoni, dove [[Carlo Goldoni]] visse, all'incrocio con il lungo rettilineo [[Via dei Condotti]]-Via della Fontanella Borghese: la prima celebre strada conduce, tra boutique d'alta moda, a [[Piazza di Spagna]], la seconda termina in Piazza Borghese dov'è l'omonimo [[Palazzo Borghese|Palazzo]].
 
La chiesa nazionale di [[Basilica dei Santi Ambrogio e Carlo al Corso|San Carlo al Corso]], più oltre, ha una grande [[cupola]] realizzata da [[Pietro da Cortona]]. Di seguito troviamo altre due chiese, quella di [[Chiesa di Gesù e Maria (Roma)|Gesù e Maria]] e quella di [[Chiesa di San Giacomo in Augusta|San Giacomo in Augusta]] ([[XVI secolo]]), con l'[[Ospedale di San Giacomo degli Incurabili|annesso ospedale]] del [[XIV secolo]], chiuso solo nel 2008. Appena oltre vi è la[[Palazzo Rondinini]], sede del [[Nuovo circolo degli scacchi]]. Al civico 18, vi è la [[casa di Goethe]].
 
Al termine di via del Corso si trovano le due chiese di [[Basilica di Santa Maria in Montesanto|Santa Maria in Montesanto]] e [[Chiesa di Santa Maria dei Miracoli (Roma)|Santa Maria dei Miracoli]], che affacciano su [[Piazza del Popolo (Roma)|Piazza del Popolo]], ove al centro è collocato [[obelisco Flaminio]]. La [[Porta del Popolo]], all'altro estremo della piazza, costituisce storicamente l'accesso settentrionale alla città: da essa inizia la [[via Flaminia]]. Proprio accanto alla porta sorge la [[Basilica di Santa Maria del Popolo]].
1 048

contributi