Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 anno fa
m
{{Citazione|Aveva cercato invano<br />l'ombra salutare dei fichi<br />in questo deserto di argilla secca<br />rimestata dai mulinelli<br /><br />quando giunse alla prima oasi<br />degli uomini<br />mollemente distesi sotto le palme<br />dopo essersi dissetati<br />gli sguinzagliarono contro i cani<br />e scaricarono i fucili su di lui<br /><br />e tenendosi le interiora in mano<br />è partito per andare lontano<br />molto lontano<br />sotto il sole calante|''Solstice barbelé'' , p. 13|Il avait cherché en vain<br />l'ombre salutaire des figuiers<br />dans ce désert d'argile sèche<br />que malaxent les tornades<br /><br />lorsqu'il arriva à la première oasis<br />des hommes<br />mollement étendus sous les palmiers<br />après s'être désaltérés<br />lâchèrent sur lui leurs chiens<br />et déchargèrent leurs fusils<br /><br />et les tripes dans les mains<br />il est reparti au loin<br />très loin<br />sous le soleil couchant|lingua=fr}}
 
Poco tempo dopo il suo assassinio, il cantante cabilo [[Lounès Matoub]] (che sarebbe morto anche lui in un agguato terrorista nel 1998) componeva ''Kenza'', una canzone dedicata alla figlia del poeta, in cui ricordava lui e molte altre vittime di quel periodo di insensata violenza: il miliante democratico [[Rachid Tigziri]] (sgozzato il 31 gennaio 1994), il giornalista televisivo [[Smail Yefsah]] (caduto il 18 ottobre 1993), il sociologo [[Djilali Liabès]] (ucciso il 16 marzo 1993), il medico e poeta [[Laddi Flici]] (assassinato il 17 marzo 1993), il medico [[Mahfoud Boucebci]] (accoltellato il 15 giugno 1993)..
 
{{Citazione|Anche se hanno abbattuto tante stelle<br />Il cielo non ne resterà mai privo (...)<br />O Kenza, figlia mia,<br />non piangere:<br />il motivo per cui siamo caduti<br />è l'Algeria di domani|[[Lounès Matoub]], ''Kenza'' [trad. di Vermondo Brugnatelli]|Xas neqḍen acḥal d itri<br />Igenni ur inegger ara (...)<br />A Kenza a yelli<br />Ur ttru yara<br />Ssebba f neɣli<br />D Ldzayer n uzekka|lingua=ber}}