Differenze tra le versioni di "Pëtr Trojanskij"

nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
}}
 
Fu uno dei pionieri della traduzione meccanica. Studiò all'università di San Pietroburgo, ma i suoi studi furono presto interrotti dalla [[prima guerra mondiale]]. Dopo la [[rivoluzione russa]] del 1917 entrò all'Istituto dei Professori Rossi (Institut krasnoj professory), fondato da Lenin con l'obiettivo di formare personale qualificato all'insegnamento di particolari settori economici, filosofici e storici. Qualche anno più tardi contribuì alla compilazione della [[Grande enciclopedia sovietica]].
Il suo progetto più rivoluzionario fu quello della prima macchina per la traduzione automatica, da lui descritta come "una macchina per la selezione e la scrittura delle parole nella traduzione da una lingua verso una o più altre lingue". Fu brevettata nel 1933 a Mosca con il titolo di "nuovo metodo di composizione tipografica", ma mai costruita. Un progetto analogo fu brevettato a Parigi da G. B. Astrouni, un russo naturalizzato francese che aveva studiato insieme a Trojanskij a Pietrogrado-Leningrado.
Alla fine degli anni cinquanta l'interesse della Russia per la traduzione automatica diede a Trojanskij un momento di notorietà e nel 1959 l'Accademia delle Scienze dell'URSS pubblicò tutte le sue carte a cura di Dimitrij Panov e Izabella Bel'skaja.
5 143

contributi